Azienda Agrituristica Monte Baducco

42020 - Quattro Castella (RE) Emilia Romagna
Via M.M. Boiardo, 9
Distanza dal centro: 4,20 Km
Telefono:
0522.886375
Fax:
0522.250921
Referente
Davide Bonghi
Mail
info@montebaducco.it
Web
www.montebaducco.it

Descrizione

Voto: 13/20
Il voto è stato personalmente espresso dal Sig. Edoardo Raspelli, in seguito ad una visita presso la presente struttura.

Basta che Giuseppe Borghi si avvicini: è sufficiente che dal calpestio, dal tramestio, nel silenzio della campagna, riconosca l’incedere dei suoi passi. Allora Dante lascia la sua postazione, abbandona le sue compagne che gli vogliono tanto bene (ricambiate) e gli si avvicina. Non c’è nemmeno bisogno che senta la sua voce, capisce che è lui. Anche se ci vede poco e ci sente ancor di meno, fa un cenno con la testa al padrone che gli si fa incontro. Alza il muso oltre la sbarra di ferro e dà dei baci (certo, avete letto bene: dei baci) al suo padrone.
Dante è un asino, sì, avete letto bene, uno di quegli animali che nell’immaginario collettivo è sinonimo di stupidità, di testardaggine: invece questi animali sono docili, dolci, tanto intelligenti che se capiscono che una cosa è sbagliata (una strada pericolosa, un ostacolo insormontabile…) si guardano bene dall’affrontarlo.
Dante ha 18 anni, tanti per un asino come lui, ed è il simbolo di un agriturismo e di un sogno.
Giuseppe Borghi ha cominciato con 3 animali, tanti anni fa, questo allevamento che, ora, manda avanti aiutato dalla moglie Tilde, dal figlio Davide, da collaboratori extra comunitari (senza chi arriva da lontano, tutto questo non ci sarebbe, e nemmeno tutta la nostra agricoltura esisterebbe). Oggi Monte Bacucco è il più grande allevamento d’Europa di asini. Qui, a mezz’ora dal centro della città che ha fatto nascere il Tricolore, a metà tra Scandiano e Traversatolo, patria del Prosciutto di Parma, ci sono 700 asini di molte razze diverse, dal ragusano all’amiatino, al sardo…
Sono uno dei motivi non gastronomici per venire in questo agriturismo esemplare, tra le dolci colline reggiane, comodo da raggiungere ma, anche, appartato, dove avrete a disposizione anche quattro rustiche confortevoli camere matrimoniali ed un camerone per una compagnia di dieci persone.
E poi potrete guardarvi attorno a vedere la campagna vera, fatta, oltre che di allevamento di asini, di muli polli faraone tacchini oche anatre conigli…vini tipici, mieli, pane cotto al forno a legna, torte casalinghe… tutte cose che potrete comperare nel piccolo spaccio allogato anch’esso tra le mura di questo che 400 anni fa era un convento.
Su prenotazione, poi, da venerdì sera alla domenica a mezzogiorno, in semplicità, vi saranno portati ai tavoloni piatti tipici rustici e piacevoli, preparati dalla padrona di casa e dalle sue aiutanti: antipasti di salumi assortiti con fragrante gnocco fritto, tagliatele al sugo di carne od ai funghi raccolti nella zona e messi via da loro, tortelli verdi al burro e salvia, meraviglioso arrosto di maiale, stracotto di somarina… Tre menu dai 18 ai 28 euro oltre a cui si aggiungeranno solo i vini.
Dalle asine si ricava un latte prezioso, dai maschi, anche, salami e mortadelle.


 

Caratteristiche

Ambiente

  • Rustico

Cucina

  • Regionale

Giorno di Chiusura

  • Lunedì
  • Martedì
  • Mercoledì

Metodi di Pagamento

  • Contanti

Prezzo

  • Prezzo Medio alla Carta 30,00

L'opinione degli utenti

Condividi la tua opinione!

Contatta il negozio

Contatta il negozio

Con l’inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati