Fin dall'antichità l'uomo ha assecondato il suo bisogno innato di superare il conosciuto, di esplorare paesi lontani nel tentativo di ampliare i propri orizzonti alla scoperta di nuove e diverse civiltà. Figure come Ulisse, Enea, Marco Polo, Colombo, Magellano e De Gama hanno alimentato la mitologia del grande viaggiatore. Nell'Ottocento l'interesse verso luoghi inesplorati ed esotici si sviluppa in parallelo agli avvenimenti storici e le mire espansionistiche europee: il viaggio non è più solo scoperta di nuovi luoghi, ma anche di orizzonti, popolazioni e culture sconosciute e diverse. È con Gauguin, sul finire del XIX secolo, che lo sguardo dell'artista europeo diventa fatto creativo ed estetico a tutto tondo: la vita, l'arte, la cultura di popoli lontani, i paesaggi, i corpi, i colori di paesi esotici e primitivi innestano una svolta decisiva all'arte europea.La mostra "L'Artista viaggiatore da Gauguin a Klee, da Matisse a Ontani" in programma nelle sale del Mar (Museo d'Arte della città di Ravenna) dal 22 febbraio al 21 giugno 2009, intende presentare proprio i percorsi di alcuni dei più significativi pittori che hanno viaggiato e vissuto fuori dall'Europa, ma anche come i quattro continenti extraeuropei (Asia, Africa, Americhe e Oceania) furono vissuti e visti dagli artisti "occidentali", a cavallo tra l'orientalismo ottocentesco e le avanguardie, che hanno rielaborato in nuovi termini stilistici le suggestioni esotiche. La mostra ripercorre le singole esperienze biografiche e creative, come il viaggio a Tunisi compiuto nel 1905 da Kandinsky e Gabriele Münter e nel 1914 da Klee, Macke e Moilliet. I luoghi diventano i veri protagonisti del progetto espositivo: la Tahiti di Gauguin e Matisse, il Siam di Chini, la Nuova Guinea di Nolde e Pechstein. Una sezione sarà dedicata a diverso materiale etnografico e artistico di quei luoghi, nonchè documentata da reportage fotografici storici. Si partirà dagli esiti del Realismo ottocentesco fino al Post-impressionismo per poi giungere alla prima metà del XX secolo con l'Espressionismo, il Surrealismo, agli anni '50, con Dubuffet, Tobey, Alechinsky e i percorsi dei più contemporanei Boetti, Mondino e Ontani.

Per saperne di più

www.museocitta.ra.it
www.turismo.ravenna.it
www.ravennaintorno.provincia.ra.it