Apri motore di ricerca

Sulle orme dei Medici nei dintorni di Firenze

Sì, lo so: una vacanza a Firenze non è mai abbastanza lunga: sono talmente tante le cose da vedere… Eppure, se riuscite a ritagliarvi almeno un giorno in più, non perdete l'occasione di percorrere un indimenticabile itinerario turistico che si snoda proprio nei dintorni di Firenze: è quello che porta alla scoperta delle ville medicee, preziosi tesori storico-architettonici testimoni del gusto raffinato di Cosimo I de' Medici, che ne promosse la costruzione per conciliare il suo amore per la vita in campagna con quello per le comodità e la bellezza.

Ville e giardini

Prima tappa di questa escursione da Firenze è la villa medicea di Careggi, progettata dall'architetto Michelozzo, il preferito da Cosimo I, e in seguito amatissima da Lorenzo il Magnifico.
Ancora a due passi da Firenze, proseguendo in direzione di Sesto Fiorentino, si incontra la villa medicea della Petraia, circondata da un fittissimo parco, con un magnifico giardino all'italiana disegnato dal Tribolo. Sempre a Sesto Fiorentino si trova anche la bella villa medicea di Castello, oggi sede dell'Accademia della Crusca, con quello che è stato definito il più ornato giardino d'Europa, costruito su terrazze digradanti e con un tripudio di aranceti, lecci, abeti, cipressi, allori, fontane e statue.

Affreschi e favorite

Allontanandosi un po' di più da Firenze si raggiunge un altro gioiello mediceo: la villa di Poggio a Caiano, fatta costruire da Lorenzo de' Medici. Famoso il suo salone centrale con stupendi affreschi opera di Pontormo, Andrea del Sarto e Franciabigio. Nelle sue straordinarie stanze soggiornarono molti grandi della storia, da Francesco I a Bianca Cappello fino a Vittorio Emanuele II con la sua favorita, la contessa Mirafiori.

 

Per saperne di più

www.comune.fi.it
www.provincia.fi.it

Patrizia Ribuoli
[ Chiudi ]
Richiesta di autenticazione
[ X ]
Richiesta di autenticazione

Inserisci nome utente e password per autenticarti.



Non sei registrato? Clicca qui »

Recupera password Clicca qui »