Gli scialatielli di gragnano si sposano con il selvatico
  • Difficoltà: Media
  • Preparazione:
  • Cottura:
  • Dosi per: 4 persone
  • Spesa: Economica
  • Commenti: 0
  • Voto:
  • Categoria:

Ingredienti

  • 320 g di scialatielli di Gragnano
  • 500 g di polpa di cinghiale nostrano
  • 80 g di sedano pulito
  • 80 g di cipolla dorata pulita
  • 80 g di carota pulita
  • 1 spicchio d'aglio
  • 4 foglie di alloro
  • 2 bacche di ginepro
  • 5 dl di vino rosso (gradazione non superiore ai 12,5 gradi)
  • 3 l di brodo vegetale
  • 70 g di farina tipo 00
  • 100 g di ricotta stagionata salata
  • 300 g di melanzana tonda
  • 50 g di porro
  • 1 foglia di basilico
  • 2 dl di olio extravergine d'oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Per il ragù di cinghiale

Tagliare a cubetti piccoli la polpa di cinghiale. Tritare con l'aiuto di un trinciante, sedano, carota, cipolla e l'aglio, facendo attenzione a non mischiarli. In una pentola capace a contenere gli ingredienti, far soffriggere prima la carota per qualche minuto, poi il sedano ed infine la cipolla con l'aglio.

Quando è diventato tutto ben dorato, aggiungere la polpa di cinghiale e far rosolare anch'essa insieme al trito. Una volta terminato questo procedimento, unire la farina alla carne e far assorbire finché non sparirà del tutto. A questo punto sfumare la carne con il vino rosso e attendere che l'alcool sparisca del tutto.

Unire al ragù il brodo vegetale, le bacche di ginepro, l'alloro e lasciare crogiolare per circa 2 ore facendo attenzione di tanto in tanto di rimestare la salsa. A cottura ultimata aggiustare di sale e pepe.

Per la crema di melanzane

Mentre si rosola l'olio con il porro precedentemente tritato, tagliare a cubetti la melanzana e unirla al soffritto. A questo punto salare, pepare, e aggiungere il brodo vegetale superando di tre dita il volume della melanzana. A cottura ultimata, più o meno 16 minuti, passare a minipimer il tutto e tenerlo al caldo.

Cuocere la pasta di gragnano in acqua salata. Scolate ben aldente gli scialatielli ma non buttate tutta l'acqua di cottura. Un mestolo o anche due li unite al ragù. Saltare la pasta e aggiustare di sale se manca.

L'opinione degli utenti


Condividi la tua opinione!