Filetto di salmone marinato con anice stellato e fiori di sambuco, cotto alla brace e servito con purè di sedano rapa e porri fritti
  • Difficoltà: Difficile
  • Preparazione:
  • Cottura:
  • Dosi per: 4 persone
  • Spesa: Media
  • Commenti: 0
  • Voto:
  • Categoria:

Ingredienti

  • 400 g di filetto di salmone senza lische né pelle
  • 20 g di anice stellato
  • 20 g di fiori secchi di sambuco
  • 300 ml di vino bianco fruttato
  • 1 porro piccolo
  • 200 g di sedano rapa mondato e cotto a vapore
  • Olio per friggere
  • Farina
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione

Preparare la marinatura con il vino, l'anice e i fiori di sambuco, scaldando leggermente il vino con gli aromi, lasciare freddare in un contenitore ben chiuso e poi immergervi i filetti del salmone assicurandosi che rimangano ben coperti dal liquido. Lasciare marinare per almeno tutta la notte.

Preparare il purè di sedano rapa già cotto al vapore (o lesso), schiacciandolo e correggendo di sale e una puntina di pepe (a piacere si può aggiungere un cucchiaio di pecorino grattugiato).

Lavare i porri e asciugarli bene, poi tagliarli a listerelle passarli nella farina e friggerli fino alla doratura, scolare ed asciugare.
Preparare la brace con qualche pezzo di quercia o tiglio (per rendere la brace profumata) e cuocere i filetti di salmone ben asciutti dalla marinatura.

Impiattare adagiando il salmone sopra il purè e decorare con il porro fritto.

L'opinione degli utenti


Condividi la tua opinione!