Bagna caộda torinese
  • Difficoltà: Facile
  • Preparazione:
  • Cottura:
  • Dosi per: 4 persone
  • Spesa: Economica
  • Commenti: 0
  • Voto:
  • Categoria:

Ingredienti

  • 30 g di olio extravergine d’oliva
  • 200 g di acciughe sotto sale
  • 200 g di aglio
  • 40 g di burro

Preparazione

Le acciughe devono essere ripulite del sale, quindi passate con uno straccetto e deliscate. Ora ripulire l'aglio per poi affettarlo a fette molto sottili.
Disporre, in un tegame di coccio del diametro di circa 16 centimetri, sia l'aglio che le acciughe e ricoprire entrambi con l'olio. A fuoco basso cuocere per circa mezz'ora avendo cura di rimescolare ogni tanto. Attenzione perché l'aglio deve cuocere assolutamente senza prendere colore e le acciughe dovranno raggiungere una consistenza spappolata: questo significa che il composto dovrà bollire ma non friggere.
Quando la “bagna” è pronta bisogna aggiungere il burro. Appena questo è sciolto il coccio va portato in tavola con sotto un piccolo fornello a spirito, a meno che non si disponga dei cocci singoli e tipici della bagna caôda sotto ai quali si possono mettere le pastiglie di meta che, come il fornelletto per il coccio più grande, hanno lo scopo di mantenere la bagna sempre opportunamente calda. I fornelli individuali si chiamano in dialetto s'ciônfete. Ai commensali il compito di immergere le verdure scelte accompagnando il boccone con del pane casereccio, l'aglio e le acciughe della bagna.
Le verdure crude saranno i cardi tagliati a pezzi, i peperoni a polpa grossa, senza semi e tagliati a falde, i buonissimi topinambur, le foglie della verza, le carote, l'insalata belga e il radicchio di Chioggia o di Treviso.
Le verdure cotte saranno invece le cipolle intere preparate al forno, le barbabietole e i peperoni abbrustoliti sui quali la bagna può essere spalmata e comporre un antipasto.

L'opinione degli utenti


Condividi la tua opinione!