Agnolotti del plin
  • Difficoltà: Difficile
  • Preparazione:
  • Cottura:
  • Dosi per: 4 persone
  • Spesa: Media
  • Commenti: 0
  • Voto:
  • Categoria:

Ingredienti

Per il ripieno
  • 500 g di arrosto di vitello
  • 500 g di arrosto di maiale
  • 200 g di parmigiano (o grana) grattugiato
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 6 uova
  • 2 mestoli di brodo vegetale
  • 1 cipolla
  • olio di oliva
  • rosmarino
  • noce moscata
  • sale
  • pepe e un pugno di spinaci

Per la sfoglia
  • 500 g di farina
  • 3 tuorli d’uovo
  • 1 uovo intero
  • un pizzico di sale e una tazzina di acqua tiepida

Preparazione

Per preparare il ripieno affettare finemente la cipolla e lasciarla imbiondire nell'olio con un rametto di rosmarino. Disporvi i due pezzi di arrosto a rosolare a fuoco vivo. Regolare il sale. Bagnare la carne con il vino rosso, poi alzare la fiamma per farla asciugare un tantino, quindi aggiungere due mestoli di acqua o brodo vegetale. Coprire e dare seguito alla cottura per circa due ore con un fuoco dolce, prestando attenzione a che il fondo di cottura non asciughi eccessivamente.
A parte, sbollentare gli spinaci per qualche minuto. Quando la carne sarà tenerissima passarla al tritacarne e porla in una terrina. Aggiungere gli spinaci tritati, il parmigiano grattugiato, il sale, il pepe e le uova. Amalgamare bene il composto che, a questo punto, è pronto per diventare il ripieno degli agnolotti.
Preparare adesso la pasta fresca mettendo, su una spianatoia di legno, un mucchietto di farina. Scavare al centro un piccolo buco, porre un pizzico di sale e versare i tre tuorli e l'uovo intero. Lavorare l'impasto a mano, con forza e a lungo. Se troppo duro si può inumidire con poche gocce di acqua tiepida.
Tirare la sfoglia sottilissima e dividerla in grandi strisce. Allineare piccoli mucchi di ripieno su una striscia di pasta, a distanza di 3 o 5 centimetri l'uno dall'altro, servendovi di un cucchiaio e di una forchetta (nel cucchiaio sta il ripieno, la forchetta serve per farne scendere piccole dosi).
Appoggiare sul ripieno la striscia superiore di pasta e premere per bene con la punta delle dita negli spazi vuoti per saldare gli agnolotti. Con la rondella tagliarne una lunga striscia poi, prima di staccare l'agnolotto, premere la pasta tra l'uno e l'altro e stringerla in un pizzicotto.
Bollire gli agnolotti per pochi minuti in abbondante acqua salata. Scolarli delicatamente e calarli in un comodo piatto di portata dove ci sarà già una parte del sugo degli arrosti. Aggiungere una noce di burro, versare il resto del sugo e un pugno abbondante di formaggio grattugiato.

L'opinione degli utenti


Condividi la tua opinione!