Guida turistica: Vibo-Valentia

Le Guide Turistiche di OriginalITALY

Introduzione

Vibo Valentia è la più piccola fra le province calabre. Istituita nel 1992, occupa il Corno di Calabria, ovvero un promontorio che si affaccia sul Tirreno con le sue splendide spiagge.
Il capoluogo di Vibo Valentia ha origini antichissime, così com’è attestato dai numerosi ritrovamenti archeologici, patrimonio culturale e turistico dell’intera regione. Il piacere di una vacanza in questi luoghi si accompagna alla scoperta di antiche tradizioni, ai gusti genuini e ai colori ancora intatti di questa terra, che vanno dall’azzurro cristallino del mare al verde dei boschi, al giallo carico dei campi di grano.
Il mito che aleggia intorno a questa terra racconta di Proserpina, dea dei fiori, costretta a scendere nell’Averno per quattro mesi l’anno per raggiungere il suo sposo Plutone. In questa narrazione fantastica vi sono le radici millenarie della città calabra, l’antica Hipponion, sorta per mano dei Greci di Locri, tra il VII e il VI sec. a.C. e denominata Vibo Valentia dai Romani nel 192 a.C. La stratificazione storica si coglie passando dagli insediamenti pre-ellenici alla polis greca, all’assetto viario urbano tipicamente romano, alle antiche vestigia bizantine riprese in età normanna, fino all’avvento degli Svevi, di cui il Castello porta ancora i segni evidenti.
Dal punto di vista prettamente turistico, la Costa degli Dei è senza dubbio il territorio più conosciuto della provincia vibonese. L’entroterra, tuttavia, non ha nulla da invidiare alla bellezza del mare. Basta, infatti, addentrarsi nelle Serre Calabre, la cui cima più alta, il Monte Pecoraro, tocca i 1423 m di quota, per cogliere il pregio di una natura ancora incontaminata, fatta di specchi d’acqua e lussureggiante vegetazione, o per scoprire borghi antichi ricchi di storia e spiritualità come, ad esempio, Serra San Bruno. L’area vibonese, dunque, è uno scrigno di meraviglie che i turisti possono apprezzare fra un bagno e l’altro, come la Chiesa di Santa Maria dell’Isola, direttamente sul mare, arroccata su uno scoglio a Tropea, o il Castello di Pizzo Calabro, in cui fu tenuto prigioniero e fucilato Gioacchino Murat.

 

Luoghi e Itinerari

Monterosso Calabro

Vibo-Valentia
Monterosso Calabro è un comune che attira l’attenzione dei visitatori soprattutto per le sue soluzioni architettoniche, essendo strutturato a gradinate, secondo uno schema tipic…

Continua ›

Passeggiando per Francavilla Angitola

Vibo-Valentia
Francavilla Angitola è un comune disteso su una dorsale, ad appena 300 m di quota che si affaccia sul lago artificiale omonimo. Secondo alcuni storici il paese rivelerebbe origini biz…

Continua ›

Arte e Cultura

Vibo Valentia: il Museo Archeologico Statale

Vibo-Valentia
Il Museo Archeologico Statale di Vibo Valentia si trova all'interno del Castello Normanno-Svevo, costruito nel 1070 da Ruggiero il Normanno e successivamente ampliato da Federico II e dagli Angioini. …

Continua ›

Castello Normanno Svevo di Vibo Valentia

Vibo-Valentia
Il Castello Normanno Svevo di Vibo Valentia, conosciuto anche come Castello Murat o Castello di Monteleone, è divenuto dal 1995 sede del Museo Archeologico “Vito Capialbi”. La …

Continua ›

Duomo di Vibo Valentia

Vibo-Valentia
Il Duomo di Vibo Valentia dedicato a San Leoluca, conosciuto anche come Chiesa di Santa Maria Maggiore, fu costruito tra il 1680 e il 1723 dove un tempo sorgeva una basilica bizantina del IX sec. Esem…

Continua ›

L'antica città greca di Hipponion

Vibo-Valentia
Appena fuori dell’abitato di Vibo Valentia si scorgono le mura, circa 7 km, e le rovine dell’antica città greca Hipponion. L’insediamento pre-ellenico, anticamente detto Veip …

Continua ›

Serra San Bruno e la sua Certosa

Vibo-Valentia
Fuori da Vibo Valentia, a Serra San Bruno, troviamo la Certosa. Serra San Bruno è un borgo che nasce con Bruno di Colonia, monaco fondatore dell’ordine dei Certosini che avendo ricevuto d…

Continua ›

Mileto

Vibo-Valentia
Paese natale di Ruggero II, Mileto fu conquistata da Roberto il Guiscardo nel 1059 e resa al fratello Ruggero I d’Altavilla il quale ne potenziò le strutture difensive e la scelse come su…

Continua ›

Artigianato Locale

I maestri artigiani di Vibo Valentia

Vibo-Valentia
A Vibo Valentia, come in tutta la Calabria, le varie forme di artigianato hanno origini antichissime e le tecniche di lavorazione sono state tramandate nei secoli con un'accuratezza e una passione tal…

Continua ›

Il regno del vimini

Vibo-Valentia
La provincia di Vibo Valentia ha una ricca produzione artigianale che si è orientata, in particolare, nella produzione di vimini, terrecotte e tessuti. Questa zona, ad esempio, è il…

Continua ›

Terracotta calabrese

Vibo-Valentia
Gerocarne, un paesino dell'entroterra di Vibo Valentia, vicinissimo a Soriano, si contraddistingue da sempre per la produzione di terracotta calabrese. Qui molti vasai operano ancora con i metodi trad…

Continua ›

La lavorazione del legno nel vibonese

Vibo-Valentia
La lavorazione del legno nel vibonese è tra le attività artigianali più prestigiose nel vibonese. Secondo la tradizione esso si sviluppa in quattro differenti settori, ovvero prod…

Continua ›

Bellezza e Benessere

Una vacanza di totale relax, tra un mare cobalto e le virtù di bulbi rossi

Vibo-Valentia
Lo scrittore veneto Giuseppe Berto ne fu subito affascinato, al punto che volle acquistare un terreno e quì riuscì a trascorrere parte dei suoi anni più sereni. Stiamo parlando di quel tratto di costa…

Continua ›

Gastronomia

Quel piccante di Vibo

Vibo-Valentia
Su una tavola imbandita con le specialità di Vibo non possono mancare la fileja (pasta fresca), la nduja (insaccato di suino), il formaggio pecorino e, come dolci,i ciciriati e le pittapie. Tra i prim…

Continua ›

Cipolla rossa di Tropea

Vibo-Valentia
La cipolla rossa di Tropea è caratterizzata dall’involucro rosso e dal cuore bianco. Fu portata dai fenici e si coltiva qui da circa duemila anni. La particolarità di questa cipoll…

Continua ›

Pecorino di Monte Poro

Vibo-Valentia
Nel territorio di Vibo Valentia è prodotto il pecorino di Monte Poro. Le particolari caratteristiche organolettiche di questo formaggio sono legate proprio al territorio del Poro e alle razze l…

Continua ›

Uva zibibbo

Vibo-Valentia
Lungo l’odierna Costa degli Dei, nelle campagne tra Pizzo Calabro, Tropea e Nicotera cresce una prelibatezza, l'uva zibibbo. Si tratta di una delle qualità d’uva tra le più b…

Continua ›

Ricotta di pecora

Vibo-Valentia
La ricotta di pecora è una specialità casearia che si produce dal latte di pecora proveniente da razze miste alimentate su pascolo estensivo naturale. È lavorata con sale e siero …

Continua ›

Sport e Natura

Tra i monti della Calabria

Vibo-Valentia
Nata da pochissimi anni – era il 1992 quando fu creata da una ripartizione del catanzarese -, la provincia calabrese di Vibo Valentia racchiude un territorio aspro e bellissimo che, come molte d…

Continua ›

Parco Naturale delle Serre

Vibo-Valentia
Le Serre costituiscono, nel vibonese, un gruppo montuoso particolarmente complesso, di grande valore paesaggistico, che si salda a sud con il massiccio dell’Aspromonte. Il Parco Naturale delle S…

Continua ›

Oasi del Lago Angitola

Vibo-Valentia
L'Oasi del Lago Angitola vede la presenza del lago, vincolato a zona di protezione della fauna. Si tratta di un lago artificiale che occupa una superficie di 875 ettari e che, lungo le rive, vede inte…

Continua ›

Riserva Naturale Biogenetica Statale Cropani-Micone

Vibo-Valentia
La Riserva Naturale Biogenetica Statale Cropani-Micone ricade nel bacino del torrente Allaro, tra i 900 m e i 1.200 m di quota, nel Comune di Mongiana. La Riserva Naturale Biogenetica Statale Cropani-…

Continua ›

Riserva Naturale Biogenetica Statale Marchesale

Vibo-Valentia
La Riserva Naturale Biogenetica Statale Marchesale interessa un'area che dal Monte Arrugiato si snoda dolcemente verso il fondo valle, dove si raccolgono le acque sorgive che si versano nei torrenti T…

Continua ›

Costa degli Dei

Vibo-Valentia
Il patrimonio naturalistico del vibonese interessa paesaggi marini, come la nota Costa degli Dei, detta anche “Costa Bella”. Si tratta di quel tratto di costa calabrese che va da Nicotera …

Continua ›

Il Sentiero Frassati

Vibo-Valentia
Il Sentiero Frassati porta il nome del beato Pier Giorgio Frassati, membro dell’Ordine Domenicano dei Frati Predicatori. A lui il Cai e il Corpo Forestale dello Stato hanno intitolato quest…

Continua ›

Ricette

Fileja al ragù di carne e salsiccia

In una padella versate dell'olio e fate soffriggere, per pochi minuti, un trito di cipolla, carota e sedano. Aggiungete un pizzico di sale e un mestolo d'acqua calda. Dopo pochi minuti aggiungete…

Continua ›

Pane di Granturco

Sciogliete il lievito in mezzo bicchiere d'acqua e unitelo a 50 gr di farina setacciata. Lavorate energicamente, coprite e lasciate riposare il composto in un luogo tiepido e asciutto. Passate il…

Continua ›

Zuppa di Cipolle di Tropea

Lavate l'orzo sotto l'acqua corrente, poi lasciatelo sgocciolare. Tritate il sedano e fatelo imbiondire, in una casseruola, con l'olio e una cipolla tagliata sottilmente. Aggiungete l'orzo e allu…

Continua ›

Frittura di Surici

Lavate i pesci e infarinateli. Scuoteteli con un setaccio per eliminare l'eccesso di farina e friggeteli in abbondante olio già caldo. Lasciateli dorare per qualche minuto rigirandoli su entrambi i…

Continua ›

Stigghjoli

Lavate i budelli di capretto in un composto di acqua, sale e limone. Fateli sgocciolare e avvolgeteli su un rametto di origano. In un tegame versate dell'olio d'oliva e soffriggete un trito di aglio. …

Continua ›

Sanguinaccio

Versate tutti gli ingredienti in un tegame di terracotta e fate cuocere a fuoco moderato. Abbiate cura di mescolare in continuazione fino a quando il composto si addensa. Togliete dal fuoco, elim…

Continua ›

Biscotti alle spezie

Sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere tutti gli altri ingredienti, amalgamando tutto con la farina. Tirare l'impasto molto fine e tagliarlo in varie forme. Disporre i biscotti ottenuti in …

Continua ›

Pittapia

Lavate l'uvetta, fatela scolare e lasciatela riposare in frigo per un giorno intero. In una pentola aggiungete tutti gli ingredienti e lasciateli cuocere a fuoco lento, mescolando continuamente p…

Continua ›

Strutture consigliate