Guida turistica: Padova

Le Guide Turistiche di OriginalITALY

Introduzione

Padova è entrata ufficialmente nel Regno d’Italia nel 1866, dopo la terza Guerra d’Indipendenza. La città, con la sua provincia, ha offerto molte forze alla resistenza partigiana al tramonto della seconda Guerra Mondiale e, di quella resistenza, è stata importante centro grazie al proliferare di insegnanti e studenti che attorniavano la sua università. A tal proposito l’Università degli Studi di Padova ha ricevuto addirittura l’onorificenza della Medaglia d’Oro al Valore Militare.
Naturalmente, dal Dopoguerra a oggi Padova ha conosciuto un costante sviluppo economico e pure edilizio. Fra le città d’arte del Veneto, Padova è quella il cui centro storico ha subito nel tempo le maggiori trasformazioni, tanto nella forma quanto nella struttura. L’economia e il suo sviluppo devono molto anche alla collocazione geografica della città, disposta al centro di notevoli vie di comunicazione a sostegno delle industrie e dei servizi.
Ancora oggi la città conosce notevoli trasformazioni del suo tessuto urbano: crescono moderni edifici residenziali e direzionali e si rinnova, a tutto vantaggio, almeno in futuro, dell’utenza non meno che del turismo, anche la viabilità cittadina (attualmente, ad esempio, è in costruzione la linea del cosiddetto “metrotram” che ha modificato sostanzialmente la viabilità della città di Padova).
I veneti, e come loro anche i padovani, se hanno quello spirito audace che gli ha permesso di ottenere riconoscimenti guerreschi, non sono da meno animati da una forma di riconosciuta ed elegante ospitalità, alla quale si aggiunge il piacere del convivio. Questa seconda caratteristica viene definita anche “ombra”. L’ombra è quel gentile e discreto modo di descrivere l’aperitivo, di solito il prosecco, che può essere consumato in gran quantità restando, pur sempre, un’ombra, o addirittura un’ombretta, cioè “qualche goccia” appena da bagnare il bicchiere come farebbe un’ombra di vino. E l’ora dell’aperitivo serale è anche l’ora delle piazze con la principale, quella dei Portici, a formicolare di gente sempre ben disposta verso la propria ombra.

 

Luoghi e Itinerari

Monselice, perla del padovano

Padova
La provincia di Padova, fin dal lontano Medio Evo, è sempre stata al centro di importanti eventi storici: non può dunque stupire che si sia via via arricchita di castelli possenti e imponenti roccafor…

Continua ›

Itinerari palladiani

Padova
Tra i vari itinerari che è possibile realizzare in Veneto, vi proponiamo due itinerari in terra padovana, alla scoperta delle ricchezze di un grande architetto cinquecentesco, oggi unanimemente ric…

Continua ›

Arte e Cultura

Cappella degli Scrovegni

Padova
La celeberrima Cappella degli Scrovegni si leva in mezzo ai ruderi dell'antica arena di Padova, eretta probabilmente tra il 60 e 70 d.C. Quello che rimaneva di quest’area fu acquistato nel …

Continua ›

Basilica di Sant'Antonio di Padova

Padova
La Basilica di Sant'Antonio di Padova, conosciuta come “Basilica del Santo”, è il tempio di maggior spicco della città. È anche meta di numerosi pellegrinaggi che la a…

Continua ›

Palazzo della Ragione

Padova
A Padova lo chiamano familiarmente Salòn, conta 82 metri di lunghezza, è una delle più vaste aule sospese in Europa ed è l’antica sede dei tribunali cittadini. In rea…

Continua ›

Artigianato Locale

Il meglio dell’artigianato padovano: dal bronzo fuso alla tessitura

Padova
L'attività artigianale è talmente diffusa nel territorio intorno a Padova, che quella padovana può a giusto titolo essere definita, e senza timore di essere smentiti, una vera e propria 'provincia art…

Continua ›

Bellezza e Benessere

In provincia di Padova un polo termale tra i più attrezzati al mondo

Padova
Quando si pensa a una vacanza all'insegna del benessere nel nord-est d'Italia, il pensiero corre subito in direzione di Montegrotto e Abano Terme. Due località che non hanno bisogno di presentazioni e…

Continua ›

Enologia

I tredici padovani Doc

Padova
Sulla Strada dei Colli Euganei li chiamano per nome e cognome dicendo vino al vino: il caldo Colli Euganei Rosso; il profumato Cabernet Franc; il potente Cabernet Sauvignon; l'internazionale Chardonna…

Continua ›

Gastronomia

Gallina padovana

Padova
L'orto, il cortile, il vigneto, le stagioni sono le fonti dei prodotti tipici di Padova che ancora oggi ne caratterizzano la gastronomia. Stupida la gallina? Provate la gallina padovana, per esempio, …

Continua ›

La bontà dei Bigoli

Padova
I bigoli risalgono ai tempi della Serenissima Repubblica di Venezia. Si tratta di una pasta alimentare fresca, somigliante agli spaghetti ma più grossi e più “carnosi”. Nella…

Continua ›

Sport e Natura

Scoprendo Padova, città d’acque

Padova
Pensando a una città veneta, nella quale ci si spostava solamente a bordo di gondole, zattere e imbarcazioni di ogni tipo, tutte quante che solcavano dolcemente i canali interni trasportando persone e…

Continua ›

Parco dei Colli Euganei

Padova
Il Parco dei Colli Euganei si colloca su quel gruppo di alture che sorgono isolate come un arcipelago nel mare della pianura padano-veneta. Tutte di origine vulcanica, alcune di queste alture possono …

Continua ›

Storie del cibo

Sulla Strada del radicchio rosso tardivo

Padova
Nel variegato caleidoscopio rappresentato dalle terre del radicchio, il piccolo mondo antico della Marca Trevigiana, con epicentro i comuni di Trebaseleghe e Piombino Dese, è considerato il regno inco…

Continua ›

Ricette

Involtini di speck e radicchio

Dividere in quattro parti il gambo di radicchio, cucinarlo sulla piastra e lasciarlo raffreddare. Stendere per bene le fettine di speck accostandone due per volta, posizionarvi al centro il rad…

Continua ›

Purea di patate con speck e porcini

Mondare le patate e tagliarle a cubetti, rosolarle in olio extravergine con la cipolla e lasciar cuocere per 15 minuti. Cuocere con il brodo e il latte e, a cottura ultimata, frullare il tutto. …

Continua ›

Filetto di manzo ai funghi porcini

Rosolare le fettine di manzo in una padella con sale, olio e pepe, irrorarle con il vino e lasciar evaporare. Aggiungere i funghi porcini, coprire il tutto e lasciar cuocere 2 minuti con la fiamma …

Continua ›

Croccante

Utilizzando una padella antiaderente, fare sciogliere 250 g di zucchero a fiamma moderata; quando si sarà imbiondito aggiungere le mandorle e mescolare. Stendere su un piano freddo il composto così…

Continua ›

Garganelli con zucca, baccalà e colatura d’aringa

Lavare la zucca, tagliarla a fette e metterla in forno per 20 minuti a 180°C. A cottura ultimata separare la polpa dalla buccia e passare in padella con poca cipolla tritata per 20 minuti. Tagl…

Continua ›

Brasato di somarino

Rosolare leggermente il pezzo di carne intero, unire le verdure tagliate a pezzi. Aggiungere subito i pomodori pelati e il vino rosso e cuocere per 2 ore a fuoco lento. Ultimata la cottura passare il …

Continua ›

Tortino caldo di alici e asparagi di mare, spuma all'olio di oliva

Deliscare le alici e lavarle in acqua corrente. Mettere a bagno gli asparagi di mare per far perdere la parte salina e successivamente sbollentare in acqua. Foderare uno stampino del diametro d…

Continua ›

Timballo di scampi al tabasco, zucchine marinate e mostarda di pomodoro

Tagliare le zucchine finemente e in lunghezza e metterle su una teglia con olio d'oliva. Cuocere a vapore per 5 minuti. Sgusciare gli scampi precedentemente congelati per 14 ore e poi fatti scongelare…

Continua ›

Pere cotte al vino rosso e formaggio caprino

Pelare le pere senza togliere il picciolo. Disporle in una pentola alta e stretta in modo che stiano in piedi sostenendosi l'un l'altra. Coprirle con lo zucchero e il vino rosso, aggiungere la cannell…

Continua ›

Pollo Latte e Miele al Prosciutto di Montagnana

Tagliare il crudo a listarelle e rosolarlo in padella con un po' di cipolla. Dividere in quattro i petti di pollo, passarli nella farina e stenderli sulla teglia dopo aver sciolto su di essa un po' di…

Continua ›

Rufioli croccanti di grana padano al profumo di zafferano

Preparare la pasta fresca, lavorando la farina con le uova sino a ottenere una pasta liscia ed elastica e lasciar riposare sotto a un contenitore a temperatura ambiente per almeno ½ ora. In una…

Continua ›

Gnocchetti di patate viola con crema di asparagi verdi e gamberi in olio cottura

Cuocere le patate viola in abbondante acqua, pelarle e schiacciarle; mentre le patate si raffreddano stufare gli asparagi con la cipolla, l'aglio e il vino bianco.Una volta cotti, frullarli aggiungend…

Continua ›

Crostatina di Grana Padano con radicchio rosso e passatina di porri

Impastare la frolla, lavorando il burro con la farina e poi successivamente tutti gli altri ingredienti avendo l'accortezza di sciogliere il sale nelle uova, lasciare riposare l'impasto almeno trenta …

Continua ›

Pasta e fasoi alla padovana

Tenere a bagno i fagioli per una notte. Lessarli in un litro e mezzo di acqua non salata. In una casseruola far rosolare l'olio e il rosmarino. Togliere quest'ultimo e aggiungere un trito d'aglio…

Continua ›

Risotto con i rovinassi

Pulire la gallina, togliere la pelle e disossarla tagliando la carne a pezzi di piccole dimensioni. Lessare la carne di manzo insieme alle ossa della gallina, una carota, il sedano e la cipolla. …

Continua ›

Sugo di gallina padovana

Pulire, fiammeggiare e lavare la gallina, quindi ridurla in pezzi avendo cura di mantenere integre le ossa. Tritare finemente la cipolla e in un tegame, meglio se di terracotta, scaldare l'olio e r…

Continua ›

Strutture consigliate