I Musei Civici di Pavia, dal 1951 al Castello Visconteo, sono cospicui per numero e qualità delle opere. Costruito da Galeazzo II Visconti tra il 1360 e il 1365, il Castello Visconteo è ben conservato ed è una delle più belle architetture di questo genere in Italia. Il percorso di visita dei Musei Civici di Pavia, che si snoda nelle splendide sale affrescate, permette una lettura dell'arte e della cultura nella provincia di Pavia e mostra anche reperti e opere d'arte che si riferiscono alla civiltà romana prima e a quella longobarda poi, con Pavia capitale del Regno Longobardo.

L'articolato itinerario dei Musei Civici di Pavia è suddiviso in numerose sezioni tematiche, molte delle quali allestite o arricchite nell'ultimo decennio. Le 4 sale del Museo Archeologico di Pavia presentano una straordinaria raccolta di reperti solo in pochi casi frutto di scavi sistematici: i pezzi esposti sono per lo più provenienti da rinvenimenti fortuiti durante lavori edilizi o agrari. Al Museo Archeologico di Pavia segue la Sala Longobarda che espone argenti paleocristiani, oreficerie tardoromane e i reperti longobardi, che testimoniano lo splendore raggiunto da Pavia capitale del Regno Longobardo. I Musei Civici di Pavia ospitano poi la raffinata Pinacoteca con opere di Antonello da Messina, Vincenzo Foppa e del Bergognone, dipinti del XIII al XVIII secolo e le significative collezioni dell'Ottocento e del Novecento, tra cui emerge la generosa Donazione Morone. Seguono la Sezione di Scultura Moderna e Gipsoteca, il Museo Luigi Robecchi Bricchetti, concittadino e primo esploratore della Somalia e il Museo del Risorgimento, dedicato alla storia locale, analizzata in rapporto stretto con le vicende nazionali. Ricchi di testimonianze sono anche il Gabinetto delle Stampe e la collezione numismatica.

I Musei Civici di Pavia sono aperti dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 18.00. Nei mesi di luglio, agosto, dicembre, gennaio e febbraio dalle 9.00 alle 13.30.

Per saperne di più

www.museicivici.pavia.it