La vocazione al vino è già nella sua forma: il Trentino Alto Adige ha il profilo di una foglia di vite e di quelle pregiate. A cominciare dalla Vallagarina dove i vigneti ricoprono il fondovalle, le colline e i pendii delle montagne. Qui si coltiva circa il 40% del vigneto dell'intero Trentino e, grazie al clima fresco, la buona esposizione al sole e i terreni particolarmente vocati, ospita vitigni internazionali e autoctoni dai quali si ricavano vini come il celebre rosso Marzemino, invocato da Mozart e lodato dal suo Don Giovanni.
Spostandosi tra il Garda e le Dolomiti ecco la Nosiola con la tipologia del Vin Santo, un passito ricavato dalle uve appassite fino alla pigiatura di Pasqua. Chi s'avventura lungo gli itinerari della Strada del Vino e dei Sapori Colline avisiane, Faedo, Valle di Cembra incontra i vigneti del Müller Thurgau, alternati a quelli della Nosiola. Principe dell'enologia trentina, radicato nella piana rotaliana è il Teroldego che al profumo delicato e fragrante associa un gusto secco, deciso, corposo e austero. In Val di Non e di Sole, oltre alla mela c'è spazio per il Groppello di Revò, diffuso in valle sin dai tempi dell'Impero austro-ungarico e lasciato maturare sulla vite fino ad ottobre. Fiore all'occhiello della spumantistica provinciale e nazionale, Trento D.O.C è ricavato principalmente da uve Chardonnay.
La lavorazione avviene secondo il metodo classico della rifermentazione in bottiglia. Al vino base tranquillo si aggiungono zuccheri e lieviti selezionati; così imbottigliato, inizia una seconda fermentazione, a cui segue il riposo sui lieviti che dura almeno 15 mesi, l'eliminazione dei residui, la dosatura e la tappatura. Il risultato finale è un giallo paglierino, più intenso nella riserva. Il perlage è fitto, carezzevole, persistente nella sua infinita intermittenza, scandito dalla briosità stessa del vino. Il profumo è delicato ed elegante, fruttato e fragrante con delicato sentore di lievito e pane appena sfornato. Il gusto secco, fresco, rotondo trova un armonioso equilibrio tra dolce/acidulo. Sapido, con sapori che richiamano le note fruttate alle narici, torna sul palato ricco, fine, persistente. È un vino che può accompagnare tutto il pasto, dal pesce alle carni bianche, dal riso alle verdure. Spumante classico con formaggi leggermente stagionati e con piccola pasticceria salata, versione demi-sec con le torte di frutta fresca o dolci croccanti.

Per saperne di più

Progetto Vino - Trentino Spa Via Suffragio, 338100 Trento (TN)Tel. 0461 887131 - Fax 0461 887145 www.trentino.to
Casa del vino della Vallagarina 38060 Isera (TN) Tel 0464 480460 www.stradadelvinotrentino.it