Capitale del Regno d'Italia prima, del gianduiotto e del Vermouth per eccellenza ora; città dei Giochi Olimpici Invernali nel 2006, nuova e importante meta turistica nel 2007: questa è Torino. Non è la città snob che ci hanno fatto conoscere sui libri di storia o il centro urbano grigio e industriale che abbiamo sempre immaginato, oggi Torino è una città che ha cambiato pelle e che rivela al mondo i suoi tesori fino ad ora sconosciuti e visitare Torino sarà un'esperienza meravigliosa.

 

Visitare Torino: Palazzo Madama

Da sempre considerata città dai mille volti, il nuovo progetto del Comune è quello di proporsi come modello per la gestione dei beni culturali italiani, ricchezze inestimabili del Bel Paese. Ecco perchè non si può che iniziare a visitare Torino se non dal cuore della stessa, dalle lussuose piazze sulle quali si affacciano eleganti monumenti dalla bellezza scenografica, ritrovati palazzi che rievocano tutta la storia della città di Torino. È il caso di Palazzo Madama, fortezza inespugnabile di bellezze artistiche; il nome, assegnatogli solo nell'Ottocento, è dato ricordo della residenza delle Madame Reali. Ma solo dal 1934 il palazzo accoglie il Museo Civico di Torino. Mai connubio fu più indovinato. I restauri, terminati completamente solo nel 2005, hanno ridato alla luce diverse collezioni d'arte: dipinti, sculture, mobili, ceramiche, tessuti, ferri, vetri, etc. allestite con suggestive ambientazioni epocali. Il nuovo allestimento prevede, infatti, un percorso cronologico dal Medioevo all'età barocca e tipologico per gli oggetti d'arte applicata.

 

Visitare Torino: La Basilica di Superga

Sosta obbligata per chi vuole conoscere l'interland piemontese è sicuramente la Basilica di Superga. Situata sul colle omonimo (672 mt. s.l.m.), su una delle verdeggianti colline che fanno da cornice alla città di Torino, è meta di pellegrinaggi da tutte le parti d'Italia. La devozione alla Madonna delle Grazie di Superga è un rito che risale a molti secoli addietro.Quando, nel 1439 ca., il Juvarra edificò questa stupenda Basilica, collocandoci l'effige della Madonna, non fece altro che riconfermare la devozione dei fedeli per la Vergine Santa di Superga. Dal 1966, l'ufficiatura della Basilica, è affidata ai Frati dell' Ordine dei Servi di Maria.