L'appuntamento è nel Borgo di Spello, sulle pendici del Monte Subasio, durante il mese di maggio, durante quella che è divenuta una delle Infiorate più conosciute e apprezzate nel mondo, per le dimensioni e la qualità artistica delle opere realizzate. Il viaggio tra le colline e i luoghi più suggestivi del cuore verde d'Italia annuncia le suggestioni del piccolo Borgo di Spello.

Chi arriverà nella settimana delle Infiorate potrà godere decorazioni floreali su tutti i vicoli e i balconi, concerti, colori vivaci e profumi intensi, prodotti enogastronomici tipici dell'Umbria con il pregiato olio extravergine di oliva, il miele, i legumi e tanti altri prodotti tipici locali, taverne aperte per degustare tante specialità a base di erbe e fiori. E dal sabato i visitatori potranno assistere alla frenesia dei lavori di preparazione delle Infiorate: all'alba c'è l'ultima corsa per la raccolta dei fiori, iniziata molti mesi prima, che completi la tavolozza dei colori; nel primissimo pomeriggio l'allestimento, nel piccolo Borgo di Spello, degli impianti di illuminazione e delle strutture protettive antivento e antipioggia; e infine la realizzazione dei disegni o l'incollatura dei bozzetti sull'asfalto. Alle sei del pomeriggio il Borgo di Spello è vivo e animato come in nessun altro periodo dell'anno e si prepara a vivere la 'notte dei fiori', durante la quale gli infioratori, chini a terra fino a quattordici ore consecutive, depositano centinaia di milioni di petali sulla strada.

Il momento indimenticabile è la veglia notturna, che si svolge nella notte tra il sabato e la domenica del Corpus Domini e che coinvolge attivamente tutte le persone e le famiglie del Borgo di Spello, quasi 2.000 persone, nella realizzazione di oltre 1,5 km di splendidi tappeti e quadri floreali lungo le vie medievali del paese. La sera ogni gruppo di infioratori si organizza per preparare torte, panini, bibite calde e caffè per vincere il sonno durante i lavori. Infatti nessuno va a letto nel Borgo di Spello il sabato delle Infiorate, neppure i bambini….

Curiosando tra le strutture che proteggono le opere dal vento, i visitatori potranno degustare specialità floreali nelle taverne, fare shopping nei negozi, compresi quelli che vendono l'artigianato artistico di Spello, acquistare prodotti enogastronomici tipici del territorio, visitare le mostre di pittura, di fotografia, di florovivaismo e di ricamo.
Entro le nove della domenica mattina le strade risultano ricoperte da un tappeto policromo e profumato. Uno spettacolo, quello del Borgo di Spello ricoperto di fiori, unico a vedersi. In un unico percorso floreale si stendono più di 80 infiorate tra tappeti e quadri.

Per saperne di più

Nel centro storico di Spello merita una visita il Museo delle Infiorate (Piazza Repubblica) sede della mostra dei bozzetti degli artisti Maestri Infioratori e della mostra fotografica storica (dagli inizi del ‘900).

Fuori dal centro storico meritano una visita l'Anfiteatro romano del periodo glorioso della Colonia Julia (I secolo d.C.), luogo di duelli (fino al Concilio di Trento), spettacoli, pellegrinaggi e fiere fino al XVIII sec. e il museo-parco di Villa Fidelia (XVI sec.), dove è ospitata la collezione della famiglia Straka-Coppa, con opere dalla fine dell'800 ai giorni nostri. cultura@comune.spello.pg.it

Associazione Le Infiorate di Spello info@infioratespello.it; I.A.T. - Pro Loco Spello Tel. 0742-301009