La ricchezza storico-architettonica del Lago Maggiore è confermata dal castello o Rocca Borromeo, un esempio di edificio medievale fortificato. Si erge su uno sperone di roccia calcarea che domina la parte meridionale del Lago Maggiore, in una posizione strategica per il controllo dei traffici commerciali.

L'imponente Rocca Borromeo raccoglie testimonianze della storia locale, ripercorsa attraverso il ciclo di affreschi della fine del XIII sec. collocati nella Sala della Giustizia, nelle Sale Storiche e nella Torre Castellana.
Recentemente è stato aperto il Giardino Medievale, un giardino interamente realizzato a partire dalle informazioni emerse in seguito a studi su antichi codici, documenti d'epoca e immagini su manoscritti miniati. 

Di notevole interesse sono le chiese lavenesi tra cui quelle di Santa Maria in Cà Deserta, San Filippo e Giacomo, detta anche Chiesa Vecchia, Sant’Ambrogio, o Chiesa Nuova, dell’Immacolata e di San Rocco. Il sito religioso più antico è Santa Maria in Cà Deserta. L’attuale costruzione è inequivocabilmente datata 1756. I resti della costruzione più antica sono nella facciata con due finestrelle. All’interno e intorno alla chiesa si seppellivano, un tempo, i defunti. La chiesetta dedicata all’Immacolata invece è sorta nel 1728 per impulso della famiglia nobiliare dei Tinelli, proprietaria anche dell’Oratorio di San Rocco.