'Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
E questa siepe, che da tanta parte
Dell'ultimo orizzonte il guardo esclude....'

 

Visitare Recanati e i luoghi leopardiani

Recanati evoca immancabilmente la memoria del grande poeta che qui nacque nel 1798 e che nel suo ruolo di 'natìo borgo selvaggio' fu protagonista o musa ispiratrice di molte delle sue liriche: Giacomo Leopardi.

Di Recanati, che ha avuto momenti di storia molto importanti nel medioevo, è possibile ripercorrere i luoghi leopardiani, proprio a partire dalla casa natale del poeta che sorge nel rione di Monte Morello, il cui nome è riconducibile a uno dei tre castelli di cui era costituita l'antica città.

Palazzo Leopardi è uno dei più importanti luoghi leopardiani per visitare Recanati al meglio (aperto e visitabile tutto l'anno); nel XVIII secolo ha subito un'operazione di restauro a cui si deve la facciata in stile neoclassico e lo scalone d'ingresso, accoglie al suo interno un'importante biblioteca e una sezione museale, in cui è possibile ammirare oggetti e documenti attinenti la famiglia e, in particolar modo, Giacomo Leopardi.

Il palazzo si affaccia sulla famosa Piazzetta del Sabato del Villaggio; qui si trovano la Casa di Silvia, una costruzione che in parte era adibita a scuderia, in parte abitata dalla famiglia di Teresa Fattorini che, in seguito alla sua scomparsa in età giovanile, fu immortalata dal nostro poeta in uno dei suoi componimenti più noti: 'A Silvia' e la Chiesa di Santa Maria di Montemorello, in cui è conservato l'atto battesimale del Leopardi.

Altra tappa del nostro itinerario è la Chiesa di Sant'Agostino; risalente al XIV secolo, tale chiesa è stata resa famosa per il suo chiostro da cui è visibile la torre decapitata da un fulmine e resa popolare nella leopardiana poesia 'Il Passero Solitario'.

La nostra passeggiata per visitare Recanati e i luoghi leopardiani si conclude con il Monte Tabor, il famoso Colle dell'Infinito, meta delle numerose passeggiate del Leopardi, dove soleva indugiare per ammirare 'interminati spazi', 'sovrumani silenzi, e profondissima quiete' e che ispirò la poesia che fu composta all'età di 21 anni. All'interno del parco troviamo il Centro Mondiale della Poesia e della Cultura, sede di convegni, seminari, conferenze e manifestazioni culturali.