Vivace, con una piacevole spuma rosata, fresco e fragrante con sentori delicati ad evocare frutta rossa e viole: è il Lambrusco, con quel rosso dall'intensità cangiante a seconda del vitigno utilizzato, mentre la quantità scarsa dei tannini e il corpo leggero lo rendono fresco e vivace. Tre le varietà di Lambrusco nella provincia di Modena: Lambrusco di Sorbara, Grasparossa di Castelvetro, Salamino di Santa Croce. Il primo nasce dalle uve di Lambrusco di Sorbara e Salamino in dodici comuni modenesi, capoluogo compreso. Ha spuma vivace ed evanescente, rosso rubino o granato, profumo di violetta, sapore di ampio spettro, da secco, abboccato, amabile - dolce, sapido e armonico. Con gradazione 10,5°, si usa da pasto se asciutto (lega particolarmente bene con pasta al ragù e bolliti di carne), da fine pasto se abboccato o dolce.
Il Grasparossa di Castelvetro proviene dal vitigno omonimo (minimo 85%) con aggiunta di altri Lambruschi, Fortana, Malbo, Gentile. Il Grasparossa, in tutto simile alla caratteristiche del Sorbara, si differenzia per la propria tipicità dell'area di produzione e per quell'ammanto di orli violacei che circondano il rosso rubino. Corpo e gradazione gli permettono di accompagnare con brio le specialità come cannelloni, crescentina fritta e gnocco fritto, tigella con salumi e formaggi, lasagne al forno, pasta e fagioli, piadina con salsiccia, pizze. Il Salamino, derivante al 90 % minimo dal vitigno dello stesso nome con integrazione di altri Lambruschi, Ancellotta, Fortana, talvolta accentua il fruttato e si accosta ai piatti tradizionali con uguale frizzante dei precedenti Lambruschi. Tutte e tre le denominazioni sono vinificate in rosa, e il Rosato, si sa, accentua la freschezza in bocca. Sull'origine del nome si fanno sostanzialmente due ipotesi. La prima lo fa derivare da Vitis labrusca (da labrum, margine) riferita alle viti incolte che stanno ai margini dei campi.
La seconda attribuisce l'origine alla fusione dei termini labo (prendo) e ruscus (che punge il palato), da cui deriva la parola "brusco".

Per saperne di più

Enoteca regionale Emilia Romagna Rocca Sforzesca 40060 Dozza (Bo) tel. 0542 678089 www.enotecaemiliaromagna.it