Se si dovesse immaginare cos'è basandosi soltanto sul nome, puncetto, si potrebbe pensare a qualcosa di piccolo, delicato, un po' retrò… Il che, del resto, è vero. Ma non è tutto: perchè il puncetto, chiamato anche punto saraceno o punto avorio, rappresenta una delle più nobili e antiche tradizioni artigianali della provincia di Vercelli, uno straordinario merletto eseguito completamente a mano con il solo utilizzo di ago e filo.

Geometrie arabeggianti

Leggenda vuole che le origini del puncetto risalgano addirittura all'anno 903, e che la tecnica per la sua esecuzione sia stata portata in Valsesia dagli invasori Saraceni: che sia vero o no, è indiscutibile che i delicati motivi geometrici che lo caratterizzano ricordano molto quelli tipici delle decorazioni arabe.
Di sicuro, comunque, c'è che l'arte del puncetto conobbe un crescente successo, tanto che nel Cinquecento il maggior pittore valesiano, Gaudenzio Ferrari, adornò di pizzi al puncetto gli abiti delle sue Madonne, e così fecero i tanti artisti chiamati a decorare le cappelle del Sacro Monte di Varallo.

Un punto dopo l'altro

Letteralmente, il termine puncetto deriva dal modo stesso in cui viene eseguito: le abili mani delle puncettaie, orgogliose di trasmette di generazione in generazione la loro antica arte, eseguono un piccolo punto (che in dialetto si dice appunto 'punc') dopo un altro piccolo punto sino a formare, con nodi e occhielli, una sottile trama di ponti che, nel suo insieme, si chiama 'ragno'.
Si racconta che il puncetto sia stato originariamente utilizzato per unire tra loro teli di canapa, ma che poi si sia evoluto sino a formare preziosi merletti usati per rifinire abiti e camicette, grembiuli e biancheria.

A scuola di puncetto

Attività artigianale che, fortunatamente, non si è smarrita con il trascorrere dei secoli, la tradizione del puncetto conosce oggi una nuova stagione di successi: queste trine leggere come filigrane sono al centro di interesse culturale e commerciale e, grazie alla Comunità Montana della Valsesia, vengono organizzati corsi specifici per quanti desiderano imparare i segreti del bellissimo pizzo tipico valsesiano.

Per saperne di più

www.provincia.vercelli.it
www.alagna.it
www.valsesia.com