Il Natale, in Italia, rinverdisce, ogni anno, i colori e i sapori delle tradizioni. Nelle grandi città come nei piccoli centri. Perchè ovunque il Natale porta con sè il calore della casa e della famiglia, il sapore e il profumo delle cose buone e genuine, il desiderio di sentirsi riconciliati con se stessi e con il prossimo. E riporta alla memoria, naturalmente, le tradizioni, con il desiderio di riviverle e farle rivivere. Tradizioni antiche ed anche meno antiche; tradizioni che vengono dalle nostre origini ed anche altre importate da Paesi stranieri, che la caduta ideale e materiale di ogni confine ha fatto diventare più vicini.
Come la tradizione del "Mercatino di Natale", certamente di importazione nordica, che dalla Germania, valicate le Alpi, si è prima radicata nelle Province di Bolzano e Trento per poi, a poco a poco, estendersi e propagarsi nelle altre località della nostra Penisola. Così come la tradizione di decorare con palline colorate e fili lucenti le finestre delle abitazioni o di serti di pino la soglia di casa, quasi a voler dare il benvenuto al Natale e al Nuovo Anno, che ci si augura possano essere sempre messaggeri di pace e prosperità. Ma il Natale fa rivivere, soprattutto, le tradizioni di casa nostra, quelle più intimamente legate ai ricordi della nostra infanzia, che si rinnovano ovunque, dall'estremo Nord all'estremo Sud della nostra Penisola. Perchè ovunque, nelle città ma anche nei più sperduti borghi della lontana periferia, non c'è famiglia che non si ritrovi accanto ad un albero di Natale, vero o finto che sia, o davanti ad un Presepe che ripropone, in legno o terracotta, i personaggi che ricordano la lieta novella del Messia venuto sulla terra. E non mancano gli odori e i sapori tipici del Natale e i dolci suoni delle cornamuse o delle zampogne che diffondono il calore e il colore di quella che è considerata la festa più significativa e più cara ad ogni essere umano.
Non tutte queste tradizioni, naturalmente, sono fatte rivivere in maniera appariscente e spettacolare, tanto da giustificare una visita nelle località ove esse si materializzano, perchè spesso sono vissute nell'intimità della famiglia.
Qui di seguito presentiamo una selezione dei luoghi dove le tradizioni escono dal chiuso delle case per diventare motivo di richiamo e occasione quindi per inserire una località tra le mete possibili di un viaggio ... di Natale.
La nostra scelta propone gli eventi di alcune regioni del nord Italia:

In Alto Adige/Südtirol, 5 meravigliose città per 5 Mercatini Originali dal sapore unico: Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico, dal 28 novembre all'Epifania, diventano le affascinanti protagoniste di Natale. Bancarelle tipiche che propongono prodotti esclusivi del territorio, scenografici calendari dell'Avvento, luci e allestimenti che regalano atmosfere da fiaba sono gli ingredienti dell'evento più magico e autentico della stagione.
Da secoli, le famiglie altoatesine si tramandano fedelmente, di generazione in generazione, i simboli e le tradizioni di questo appuntamento speciale, che rivivono ogni anno nelle 5 città altoatesine impreziosite da nuove idee e iniziative.
In molti stand si potranno ammirare gli artigiani intenti nel loro lavoro: il fabbro che forgia il metallo sul fuoco, il maestro vetraio che abilmente crea figure e decorazioni, il calzolaio che si adopera nella lavorazione del feltro per creare calde pantofole, o gli artigiani che creano candele e lavorano la cera.
Presso gli stand gastronomici si potranno scoprire i prodotti tipici della cucina altoatesina. Lo speck, le mele, con le quali si preparano tanti dolci, tra cui il famoso strudel, il vino e la grappa dell'Alto Adige, il pane e i formaggi, delizieranno i palati dei degustatori.
Info: info@suedtirol.info - http://www.suedtirol.info/

In Friuli Venezia Giulia, sono i borghi autentici della Carnia a festeggiare il Natale all'insegna di tradizioni e sapori genuini. A Forni di Sopra, dal 24 al 30 dicembre le vie del centro ospiteranno il tradizionale mercatino di Natale con oggetti di artigianato e specialità come il Sot la Trape (formaggio stagionato in vinacce d'uva) o il Formadi Frant (prodotto unendo le diverse forme difettose), magari accompagnate da un sorso di Picolit o di un altro leggendario bianco friulano.
Nel comune di Raveo, in attesa del Natale, la seconda domenica di dicembre si svolge la manifestazione "Sapori di Carnia", dedicata ai prodotti e alle ricette locali. Un'altra occasione per non lasciarsi sfuggire ghiottonerie come la Gubana, golosissima pasta sfoglia ripiena di frutta secca, noci, pinoli e spezie, arricchita da canditi amalgamati con rosso d'uovo e montati a neve con albume.
Info: Tel. 0524.587185 - http://www.borghiautenticiditalia.it .

In Trentino, in Valsugana e Lagorai per il Natale non c'è borgo senza i caratteristici presepi antichi, i cori in piazza e le antiche ricette custodite nel cassetto. A donare del fiabesco a questo territorio i tradizionali mercatini di Natale. Uno dei più caratteristici è ospitato, fino al 6 gennaio, nel grande parco asburgico della cittadina di Levico Terme, mentre la vicina borgata di Caldonazzo accoglie la seconda esposizione, visitabile dal 22 novembre al 21 dicembre, situata nella Magnifica Corte Trapp.
Il mercatino di Levico Terme è allestito nel grande parco asburgico dove dimorano alte piante secolari. Nel mercatino si trovano i prodotti della tradizione trentino-tirolese esposti in 40 casette costruite con legno di bosco. Passeggiando lungo i viali innevati del parco si possono acquistare o ammirare originali oggetti d'artigianato artistico in legno e stoffa, giocattoli e addobbi per l'albero ed il presepio, indumenti di lana alpina, prodotti tipici del territorio. Si degustano squisite specialità gastronomiche locali come le caldarroste accompagnate da un fumante vin brulè, il miele di montagna, salumi come la luganega, la mortadella, i prosciutti di cinghiale, di cervo e di oca delicatamente affumicati. Durante il Mercatino ci saranno giochi, spettacoli di strada, dolci e ghiottonerie per i bambini mentre Babbo Natale, seduto sul suo grande trono in legno nel Parco, riceverà le loro letterine.
A pochi minuti da Levico Terme, il mercatino di natale di Caldonazzo, vicino al lago omonimo, ricorda da vicino quelli tirolesi ed è ambientato nella Magnifica Corte Trapp, grande spazio raccolto tra antiche mura e sotto le arcate dell'antico maniero. Nell'atmosfera medievale del cortile interno, all'ombra dei vecchi portici finemente addobbati, si trovano gustose specialità trentine e tra queste salumi e formaggi tipici, vini, grappe, Parampampoli, profumate caldarroste, fumante vin brulè; mentre originali regali natalizi prodotti dall'artigianato artistico alpino propongono motivi di festa e tradizionali in vari materiali.
Info: info@valsugana.info - http://www.valsugana.info

In Valle Isarco, nei centri storici proprio sotto le aree sciistiche, vanno in scena i famosi Mercatini di Natale originali (a Vipiteno e Bressanone dal 28 novembre al 6 gennaio), con la loro magica, inimitabile suggestione di profumi, luci, suoni. E non va dimenticato il mercatino di Chiusa che da due anni si svolge ogni venerdì, sabato e domenica dal 28 novembre al 23 dicembre.

Riva del Garda, dal 6 dicembre al 4 gennaio, accoglierà, all'interno delle mura della Rocca, un ospite d'eccezione: Babbo Natale trascorrerà qui le sue vacanze insieme alla moglie, Nonna Natalina. Ogni fine settimana e festivi, la loro splendida dimora affacciata sul Lago di Garda accoglierà tutti i bambini che vorranno curiosare nell'armadio del mitico signore vestito di rosso, conoscere le ricette segrete della moglie e divertirsi giocando e imparando. Per sentirsi come in Lapponia, Babbo Natale ha realizzato all'interno della Rocca un angolo nordico, il Polo Nord, arredato con pupazzi di neve, igloo, cristalli di ghiaccio, morbidi cuscini: uno spazio per giocare dove tutto è bianco e luccicante e l'atmosfera è magica.
All'interno della Casa, poi, ci sarà un simpatico Angolo della Posta in cui ognuno potrà imbucare la propria letterina, certo che verrà letta al più presto da Babbo Natale, il quale chiederà agli elfi che vivono con lui di realizzare i doni più belli per i bimbi buoni. Nell'Officina degli Elfi, infatti, i piccoli aiutanti iniziano molti mesi prima a realizzare un'infinità di regali per far felici i bambini di tutto il mondo; i bambini avranno modo di collaborare con loro, colorando i giochi e realizzando bellissimi disegni e biglietti natalizi.E dopo tanto lavoro, tutti nella cucina di Nonna Natalina per gustare la Merenda preferita dagli elfi: la caldissima cioccolata delle renne, il tè delle feste o il succo polare, accompagnati da un dolce a sorpresa e qualche dolcetto Haribo, che con la sua scelta di caramelle gommose, lecca-lecca e marshmallow renderà ancora più dolce questo Natale.
Info: http://www.gardatrentino.it - http://www.casadibabbonataleriva.it

In Veneto, a Bussolengo, in provincia di Verona, il Villaggio di Natale Flover fa rivivere tutta la magia del mondo incantato di Babbo Natale: spettacoli, animazioni, corsi creativi e un ricco calendario di appuntamenti.
Ad accogliere il visitatore e a introdurlo nell'atmosfera del Natale ci pensa il Grande Presepe con la rappresentazione della natività a grandezza naturale. Dal portico dei Presepi, attraverso la Torre d'entrata, si giunge nel cuore del Villaggio di Natale: il centro storico. Qui si trova la chiesetta, che infonde le note delle melodie natalizie, e la nuova casa di Babbo Natale, dove il buon vecchietto è intento a riempire la slitta di doni. E poi ancora: la porta dei sogni, il Palazzo dei vetri, il Mercatino della tradizione, il Giardino d'inverno, e tutte le altre magiche sorprese del Villaggio di Natale. E tra un'ambientazione e l'altra, una sosta alla Piazzetta degli spettacoli, per lasciarsi coinvolgere dalle fantastiche animazioni, e una alla Piazzetta dei sapori, per trovare ristoro nelle specialità locali.
Ricco il calendario degli appuntamenti per grandi e piccini: corsi di decoupage e pittura, o per imparare a realizzare simpatici bigliettini d'auguri e addobbi per la casa. Come la tegola natalizia o lo zerbino da mettere davanti alla porta d'ingresso.
Per i bambini, ogni giorno uno spettacolo diverso o un'animazione coinvolgente: l'incontro con Babbo Natale, la presentazione degli artigiani, la favola del Villaggio, i biscotti dell'avvento con Frau Hilde. Da non perdere il giovedì pomeriggio l'appuntamento con l'happy mais, gioco ecologico completamente biodegradabile e colorato con colori alimentari atossici. Biglietto d'ingresso: solo nei giorni di sabato e domenica, fino al 14 dicembre, costo di 1 euro, in parte devoluto all'ABEO (Associazione Bambino Emopatico Oncologico) di Verona.

In Lombardia, a Casalzuino, nel Varesotto, sabato 22 e domenica 23 novembre, dalle ore 10 alle 18, sulla cinquecentesca Villa Della Porta Bozzolo calerà l'atmosfera natalizia grazie alla terza edizione di "Natale a Villa Bozzolo", un evento pensato dal FAI - Fondo Ambiente Italiano come festa del buon gusto e delle idee-regalo originali.
Nucleo centrale della manifestazione, l'esposizione e la vendita della più varia oggettistica artigianale, di specialità eno-gastronomiche, di piante, decorazioni e addobbi per le feste. Saranno presenti in villa una trentina di espositori, selezionati dal FAI secondo criteri di originalità, creatività, ricercatezza, uso di materiali alternativi e ottimo rapporto qualità-prezzo.
Ampio spazio sarà dedicato anche alle delizie della buona tavola con la vendita e la degustazione di pregiati vini prodotti da vitigni autoctoni, di funghi e tartufi e di cioccolata Venchi in tutte le sue forme: tavolette, creme spalmabili, torroni, chococaviar, anche sugar free.In più, una sezione dedicata al verde dove sarà possibile acquistare piante della stagione invernale e composizioni floreali.
In occasione di "Natale a Villa Bozzolo" viene allestita la mostra "Le tavole in fiore", che proporrà estrose e originali tavole floreali realizzate da floral designers di Flores y Color ed altri esperti florovivaisti.
Info: FAI - tel. 0332.624136 - faibozzolo@fondoambiente.it.

Non ci resta che metterci in viaggio, anche solo con la fantasia, e...Buone Feste a tutti!!

Rosanna Fudoli