Che cosa hanno in comune Porretta Terme e i più grandi nomi della musica soul? Semplice: il Porretta Soul Festival. Nato nel 1988 per iniziativa di Graziano Ulani - appassionato di musica soul e direttore artistico del Festival - il Porretta Soul Festival è diventato negli anni la vetrina europea della musica soul, trasformando l'amena località turistica dell'Appennino tosco-emiliano in provincia di Bologna nella capitale mondiale del soul. Dal 17 al 20 luglio 2008 la manifestazione festeggia il suo 21° compleanno al "Rufus Thomas Park" con una quattro giorni dedicata alla memoria di Otis Redding e con l'esclusiva italiana di due grandi icone della black music: Etta James - accompagnata dalla propria band The Roots - e Joe Simon. La line-up prevede poi la presenza di altri artisti storici che difficilmente attraversano l'oceano come Mable John - già leader delle Raelettes di Ray Charles - Sugar Pie DeSanto, Davell Crawford Movement con special guest il leggendario "Sugar Boy" Crawford, Henry Butler, Austin DeLone All Star Band con le tre deliziose Sweet Nectars e tanti altri.
Spazio anche ai migliori gruppi europei come i francesi Captain Mercier - forse la miglior band europea di funk/r&b - per un tributo a Nino Ferrer a dieci anni dalla sua scomparsa e gli olandesi MotownHead, per diverso tempo a fianco del pupillo di Otis Redding, Arthur Conley, trasferito in Olanda nei primi anni '80. Visibilità anche alle band italiane di rhythm & blues sul "Rufus Thomas Cafe Stage", il secondo palco allestito in Piazza della Libertà e la marchin' band Perugia Funking Band per le vie cittadine. E ancora corsi di apprendimento della musica soul, una mostra sui 20 anni del festival e le performance del coro gospel Avenue D Boys.

Per maggiori informazioni relative al costo dei biglietti ed all'evolversi del cartellone, è possibile consultare il sito www.porrettasoul.com

Per saperne di più

Provincia di Bologna - Turismo: www.provincia.bologna.it/turismo