Proprio alle spalle di quel litorale Adriatico che d'estate è preso d'assalto da tanti vacanzieri in cerca di sole e vita mondana, si apre un territorio incantevole e poco conosciuto che offre innumerevoli spunti per un turismo più vivibile e rilassato. Siamo nel Piceno, quella vasta zona delle Marche che è compresa nella provincia di Ascoli e che dai dintorni del capoluogo arriva fino al versante orientale del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Le dolci e ondulate colline che si distendono fino alle ripide cime dei Sibillini caratterizzano in maniera marcata il paesaggio del Piceno. Sono colline ricche di uliveti e di vigneti: tra i loro dolci declivi si snodano strade che attraversano una natura pacifica e verdissima e che sono lo scenario ideale per chi ama pedalare anche in vacanza.
E il fascino di questi luoghi non è solo naturalistico: pedalando senza fretta si possono attraversare borghi e radure un tempo considerate magiche. Nel medioevo infatti i Sibillini erano conosciuti in tutta Europa come regno di demoni, negromanti e fate. Fra le numerose leggende arrivate fino ai nostri giorni, la più famosa è quella legata alla Sibilla Appenninica, la profetessa che ha dato il suo nome a questi monti e che, si narra, viveva in una grotta nascosta e inaccessibile ai più. La Riserva dei Sibillini vera e propria, istituita nel 1993 su una superficie di oltre 71.000 ettari protegge oggi tutte queste meraviglie naturalistiche e storiche: il suo versante piceno comprende i comuni di Amandola, Arquata del Tronto, Montefortino, Montegallo e Montemonaco. Imponente baluardo che divide quasi in due la penisola italiana, il massiccio dei Sibillini è costituito da rocce prevalentemente calcaree.
E' un territorio dalla vegetazione ricca e molto varia, nel quale vivono anche numerose rare specie animali, come il lupo e il gatto selvatico. Così, è in questo scenario appenninico e selvaggio, caratterizzato da scorci naturalistici davvero suggestivi, dal Monte Vettore al Lago di Pilato, dalla Gola dell'Infernaccio al Monte Sibilla, che chi ama le due ruote scopre i trenta itinerari che fanno parte dell'offerta turistica che la provincia di Ascoli ha creato con il portale Piceno Bike (http://www.picenobike.it/). Attraverso questi percorsi si ammirano le alte montagne e si scorgono gli scorci blu del mare, si fatica in salita e ci si rilassa in discesa, si affrontano tornanti e rettilinei interminabili ma divertenti da sfidare, percorsi nei boschi e tratti da pedalare su strade asfaltate, così come tra le pietraie dei Sibillini. C'è tutto insomma per una vacanza in bicicletta che soddisfi sia i patiti di questo sport affascinante sia chi si vuole avvicinare per la prima volta alle due ruote come modo semplice e divertente per una vacanza nuova.

Per saperne di più

ww.provincia.ap.it
www.sibillini.net
www.picenoturismo.it
www.regione.marche.it
www.turismo.marche.it