La villa marittima e il centro più antico

Cosa vedere a Minori

Tanto vicino che può essere anche raggiunto a piedi in una decina di minuti da Maiori, Minori è il prossimo centro che toccheremo.

Il territorio dell'antica Reghinna Minor già dal I secolo venne scelto come residenza estiva dai Romani, che vi costruirono la lussuosa Villa Marittima. Pensata su due livelli, oggi è testimone della sua raffinatezza solo il piano terra, ricco di decorazioni a mosaico, stucchi e affreschi; tre lati di portico circondano il viridarium, che contiene una grande vasca e che si affaccia, dal quarto lato, sul mare.

Interessanti anche la Basilica di Santa Trofimena, la Chiesa dei SS. Gennaro e Giuliano, la Chiesa di San Giovanni a mare e il Campanile dell'Annunziata.

Villa Marittima Archeologica Romana
Capo di Piazza, 28 – Minori
www.salerno.campaniabeniculturali.it

Apertura: ogni giorno dalle 9 a un'ora prima del tramonto.
ingresso gratuito.

Cosa vedere a Scala

Ci spostiamo a Scala, il paese più antico della Costiera Amalfitana, distante poco meno di 10 km da Minori. La sua fondazione risalirebbe ad alcuni patrizi romani che naufragarono su queste coste, in viaggio verso Bisanzio nel 330 a.C., richiamati da Costantino. Nel Medioevo i suoi colli, insieme a quelli di Ravello, furono le principali roccaforti di Amalfi.

Oggi Scala, che sorge nell'entroterra a 400 metri s.l.m., con le sue frazioni Santa Caterina, Campoleone, Campidoglio (da cui si gode un panorama fantastico), Minuta e Pontone, conserva una struttura tipicamente medievale. Da vedere la Cattedrale di San Lorenzo e la Chiesa e il Monastero del Redentore, il Palazzo Vescovile, la Chiesa dell'Annunziata, i resti della Basilica di Sant'Eustachio e la Chiesa di San Giovanni del XII secolo.

Più a sud si trova Torre dello Ziro, fortificazione presumibilmente del XV secolo, aragonese, che sovrasta Atrani e Amalfi.