Il torrone è considerato un classico dolce natalizio o festivo, tipico di molte zone d'Italia, soprattutto della Lombardia e delle isole. Il torrone è composto da un impasto di albume d'uovo, miele e zucchero, farcito con mandorle o nocciole, spesso ricoperto da due ostie.
Ma se questi sono gli ingredienti base del torrone italiano, molti sono gli ingredienti variabili che, secondo tradizione e gusto, si aggiungono per creare innumerevoli ricette locali.

La storia

Tra i prodotti gastronomici tipici italiani, il torrone è senz'altro uno dei più gustosi.
Anche per questa gustosa ricetta dolce, la tradizione parla di origine araba. Tanto più che un trattato dell'XI secolo scritto da un medico arabo cita il 'turun'. Secondo le ipotesi più accreditate, dunque, le origini del torrone deriverebbero dagli Arabi che portarono questo dolce lungo le coste del Mediterraneo, in particolare in Spagna e in Italia.
In Italia il luogo più legato alla produzione di torrone è la città di Cremona. Il primo torrone di Cremona risale addirittura al 1441, quando fu servito nel banchetto per le nozze, celebrate a Cremona, fra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. Il nuovo dolce, modellato secondo la forma del Torrazzo, la torre campanaria della città, avrebbe preso nome proprio da questa forma.
Il torrone di Cremona comunque esce dalla leggenda quando, nel 1543, il Comune di Cremona ne fece dono ufficiale ad alcune autorità, soprattutto milanesi. Il torrone sembra quindi decisamente legato al territorio lombardo.

La Festa del torrone

Cremona è tanto legata al torrone che ha addirittura inventato la Festa del Torrone che si svolge quest'anno nei giorni 20-21-22 novembre con degustazioni, mostre, rievocazioni storiche, spettacoli e un ricco programma di iniziative gastronomiche e culturali.

Le varietà di torrone

Le principali varietà di torrone differenziano quello duro e quello morbido, che si distinguono sia per il diverso grado di cottura dell'impasto (che può raggiungere le 12 ore), sia per la composizione della ricetta, sia per il rapporto tra il miele e gli zuccheri.
Entrambi gli impasti e le varietà comunque possono arricchirsi di numerosi ingredienti, soprattutto frutta secca come mandorle e nocciole e cioccolata con vari aromi.
Varianti più moderne comprendono addirittura pepe e peperoncino rosso piccante.
Infine esiste anche la varietà di torrone fatto di pasta reale, una delicata pasta di mandorle ricoperta di cioccolato pregiato o di glassa di zucchero fondente.
Le varietà del torrone sono anche regionali: se il principale centro di produzione rimane Cremona, in varie altre zone d'Italia esistono squisiti torroni locali, considerati come prodotti di nicchia
Questi sono ad esempio il torrone di Bagnara Calabra, il torrone dell'Aquila, il torrone siciliano al pistacchio e il torrone sardo, che si distingue per il sapore intenso del miele di macchia mediterranea, senza zuccheri aggiunti.