Del Lago d’Iseo la sponda orientale è quella bresciana mentre il versante opposto si trova tutto immerso nella provincia di Bergamo. All’estremo nord dello specchio d’acqua vi è Lovere, ancora in provincia di Bergamo. Da qui si discende sulla sponda opposta e, attraversando il fiume Oglio, ci ritroviamo a Pisogne, nel bresciano.

Il paese di Pisogne, con circa 8.000 abitanti, ci accoglie nella bella Valle Camonica, territorio circondato dai suggestivi rilievi lacustri e nel quale è inserito. Da qui la strada prosegue sinuosa per toccare, in sequenza, i paesi di Darfo, Breno e, infine, Capo di Ponte. L’aria che si respira, fresca e gradevole anche nella stagione estiva, annuncia un clima quasi montano. Lungo la SS294 si può proseguire fino a Boario Terme e poi ancora per Dezzo di Scalvo e Clusone. 

Il Lago d’Iseo, detto anche Sabino, lungo 25 chilometri e largo quasi 5, raggiunge una profondità massima di 251 metri. La sua origine è glaciale e i grigi massi di arenaria sparsi sul territorio ricordano il grande ghiacciaio dell'Oglio, fiume che fa insieme da emissario e immissario del lago. Quasi al centro del Lago d’Iseo vi è l'isola nota come Monte Isola, la più vasta tra le isole lacustri naturali della penisola, e gli isolotti di Loreto e San Paolo.