Carrello vuoto

Antichissima città dei Volsci, Cascum, oggi Cassino, fu fondata intorno al VI sec. a. C. in questa posizione strategica dominante la "Via Latina". Oggi appartiene alla provincia laziale di Frosinone ed è giustamente famosa per la presenza della benedettina Abbazia di Montecassino, dalla storia millenaria e travagliata. I verdi dintorni della città, montuosi e ondulati e posti proprio nei pressi dei confini regionali tra Lazio, Molise e Campania, sono poi il terreno ideale per divertenti escursioni in bici e in mountain bike. Proprio quest'ultima è un'attività sportiva molto praticata in zona e girando per le strade della Ciociaria, nome col quale è chiamato proprio il territorio laziale a sud di Roma, è infatti facilissimo incrociare "colleghi" a due ruote. Prima di montare in sella però si può dare un'occhiata proprio alla bella Cassino e alla sua Abbazia: questa fu eretta sui resti della poderosa fortezza che difendeva proprio la città volsca, nel periodo in cui San Benedetto arrivò in zona (cioè negli anni 525-528 d.C. circa). Durata per circa tre secoli, la sua costruzione fu compromessa una prima volta dal terremoto del 1349. Ricostruita quasi subito, l'Abbazia dovette affrontare gli orrori della seconda guerra mondiale e appunto nel 1944 venne rasa al suolo da imponenti bombardamenti: solo alcune opere d'arte vennero salvate dal disastro. Dopo la guerra partì l'ultima ricostruzione conclusasi con il rientro dei monaci nel 1952. Proprio alle pendici della rocca che ospita l'Abbazia e nei pressi del centro di Cassino, si trova invece un ottimo posto per dormire in mezzo alla natura ciociara e per prepararsi alle giornate di bici in totale relax: è l'Agriturismo La Selva.

Il primo itinerario in bicicletta da fare nei dintorni di Cassino è presentato dal sito Turbo Lince: si parte dal borgo di Vettese, posto a pochi chilometri dal centro di Cassino. Da qui ci si inoltra in mountain bike su una pista ad anello dal fondo misto tra asfalto e sterrato e lunga 26 chilometri. Alla fine del percorso piuttosto impegnativo, ma alla portata di chi abitualmente compie escursioni dilettantistiche in mountain bike, si sarà superato anche un discreto dislivello, pari a 1.100 metri.Altro itinerario molto divertente e più facile del precedente è quello presentato dal sito Piste Ciclabili e che conduce per una lunghezza totale di 38 chilometri da Roccasecca al centro di Casalvieri e ritorno, lungo il canyon formato dal fiume Melfa. Si percorrono solo comode e poco trafficate strade in asfalto che hanno una pendenza media del 6% e che quindi sono assolutamente affrontabili da tutti i ciclisti, della domenica o superappassionati che siano. Concluse le ore in sella alla propria due ruote ci si può poi rilassare un po' andando alla scoperta delle ricchezze gastronomiche della Ciociaria. Ad Atina, altra città risalente al dominio dei Volsci e dal bel centro storico in stile medievale, si scopre, ad esempio, La Tagliatella, un pastificio artigianale a conduzione familiare che sforna giornalmente ravioli alla boscaiola, tarallucci al vino e torte con crema e pinoli. Poco più a nord di Atina, si trova invece Alvito, borgo dove ha sede la Pasticceria VM, negozio famoso soprattutto per la produzione del Torrone di pasta reale Ducato di Alvito.