In Valsesia possiamo ammirare i prodotti della raffinata arte del cosiddetto puncetto portata qui, secondo testimonianze documentarie, dagli invasori saraceni nel sec. X. Il puncetto è un pizzo in cotone tutto composto da minuscoli nodi scorsoi intessuti in una fitta rete. Una lavorazione che toccò il suo apice nell’Ottocento grazie a Margherita di Savoia. Venuta in nobile gita in Valsesia la sovrana si accorse dell’esistenza di questo artigianato e dal suo adoperare tali ornamenti al farli diventare di moda fra le dame di corte il passo fu breve.

Oggi, pur restando elemento dei costumi femminili della zona, il suo uso lo si ritrova in preziose decorazioni, centrini e bordure. Tale lavorazione è ancora presente che la Comunità Montana della Valsesia organizza corsi sull’intero territorio.