Nelle 37 sale dell'imponente castello cinquecentesco dell'Aquila, antico forte spagnolo a pianta quadrata con bastioni angolari, ha sede il Museo Nazionale d'Abruzzo, l'istituto museale più importante a livello artistico di tutta la regione.
Nel Museo Nazionale d'Abruzzo dell'Aquila, istituito in occasione del generale intervento di riqualificazione del Forte Spagnolo fra il 1949 ed il 1951, confluirono le raccolte del Museo Civico e del Museo Diocesano, a formare un unico complesso altamente rappresentativo dell'arte abruzzese e valorizzato dal prestigio monumentale e dalle notevoli potenzialità offerte dalla nuova sede museale.
La visita illustra il percorso artistico della scuola abruzzese, con sculture e dipinti del XII secolo, fino ad opere del secolo scorso. Le opere, che comprendono molti fra i più significativi documenti dell'arte regionale, dalle suggestive icone e sculture lignee medioevali, ai capolavori dell'età rinascimentale, sono ordinate nelle ampie sale del primo piano del corpo di fabbrica orientale, corrispondente alla facciata. Di particolare pregio la statua di San Sebastiano di Silvestro dell'Aquila. Nel 1975 è pervenuto al museo, a titolo di deposito conservativo, il cospicuo lascito del Marchese Francesco Cappelli, qualificato da un notevole nucleo di dipinti di Mattia Preti.
Una sezione è dedicata all'esposizione dei materiali archeologici rinvenuti nel territorio. Pervenuta dal museo Civico, è stata allestita nel bastione di sud-est. Famosi il Calendario Amiternino, il bassorilievo con la Pompa Funebre e un "Ludo gladiatorio", un cippo sepolcrale a forma di serpente ed una varia collezione di epigrafi a carattere celebrativo o funerario.
Altra sezione di particolare interesse espone opere di arte moderna e contemporanea, con opere di Guttuso, Guidi, Caporossi, Brindisi e la preziosa 'Collezione Greco'. Infine, nel bastione vicino, si può ammirare lo scheletro di un mammut di oltre un milione e mezzo di anni fa, rinvenuto nel 1954 presso Scoppito.
Il Museo Nazionale d'Abruzzo è stato oggetto, negli ultimi anni, di un generale e cospicuo intervento, inteso al restauro del patrimonio museale, alla revisione degli allestimenti e al notevole potenziamento delle strutture museografiche, grazie alla realizzazione di nuovi impianti di illuminazione e di climatizzazione e alla predisposizione di un valido apparato di sussidi e servizi didattici.

Per saperne di più

www.museonazionaleabruzzo.beniculturali.it
www.turismoaq.com


Consigli di Viaggio

Dove dormire

Antica Dimora Hotel Sole
Largo Silvestro dell'Aquila, 4
67100 L'Aquila
Tel. 0862 22551

Porta Rivera Hostel
P.le della Stazione, 27
67100 L'Aquila
Tel. 0862 295685

Dove mangiare

Ristornate Vinalia
Via Bafile 15
67100 L'Aquila
Tel. 0862 414545‎

Elodia
Strada Statale 17 bis, 37
Camarda (AQ)
Tel. 0862 606219