Andare alla scoperta di Perugia e del perugino, inteso come provincia sia chiaro, ci porta a visitare la parte settentrionale dell'Umbria, là dove basse colline che degradano verso il Lago Trasimeno e che sono dominate dal monte Tezio si sdraiano tranquille ai lati della valle disegnata dal corso del Tevere. In questo antico territorio dove gli Umbri combattevano e scacciavano gli Etruschi verso la Toscana è molto forte, nei palazzi così come nelle chiese e nelle tante abbazie, l'impronta architettonica medievale. È stato il Tevere ad attrarre, proprio in epoca medievale, castelli e rocche sulle colline che su di esso si affacciano, ma anche ponti, mulini e piccoli nuclei cittadini.

Una storia secolare che ancora oggi si può riscoprire attraversando il territorio della vallata del Tevere, da Città di Castello a Perugia, in auto e a piedi, ma soprattutto in bicicletta. Tra gli itinerari in bici possibili nella valle del Tevere, va segnalato quello lungo circa 30 km, ma per niente impegnativo, approntato dal Comprensorio Alta Valle del Tevere e chiamato 'Poderi e tenute lungo la Valle del Tevere' (Ufficio Informazioni Comprensorio Alta Valle del Tevere: tel. 075.8554922). Si parte da Umbertide, piccolo e affascinante borgo posto proprio a metà strada tra Città di Castello e Perugia – dalla quale dista circa 30 km -, e che si sviluppa, su strada asfaltata, seguendo il corso del Tevere tra i vecchi poderi e le tenute tipiche di questa zona.

Dopo avere pedalato tranquillamente nel piccolo centro storico di Umbertide per ammirarne le tante bellezze, tra le quali spicca la Rocca, superba fortezza medievale simbolo della città, ci si immette sulla pista ciclabile che corre a fianco della strada statale 3. Dopo un po' di km ecco l'attraversamento del borgo di Tavernacce, dal quale è possibile godere di una bellissima vista sul Monte Tezio. Tappa successiva è l'incantevole centro di Pieve San Quirico, mentre, ancora più avanti, si può scoprire la tenuta della Badia di Montecorona. Il giro nelle zone del Tevere si conclude infine di nuovo ad Umbertide, dove lasciata la bici si può fare una merenda a base di salumi umbri e vini del Trasimeno o magari riposarsi un po'.