Una mostra tanto rara e raffinata, quanto in grado di emozionare chiunque la visiti è quella dedicata a Girolamo Dai Libri, lo straordinario artista attivo a Verona tra la fine del Quattrocento e la metà del secolo successivo, di cui il Museo di Castelvecchio di Verona propone fino al 15 febbraio del 2009 un'eccezionale sequenza di opere. Abilissimo nel disegno e dal talento squisito per il colore, Girolamo fu capace di esprimere con straordinaria coerenza formale il suo stile tanto nelle dimensioni ridottissime della pagina miniata quanto sulla grande scala della pala d'altare. La raffinata eleganza e lo squisito equilibrio formale delle sue grandi pale d'altare hanno contribuito a far sì che opere di Girolamo siano esposte nei più grandi musei internazionali, dal Metropolitan al Louvre alla National Gallery, accanto ai capolavori dell'arte italiana rinascimentale. In mostra viene riunito, per la prima volta, il gruppo di dipinti realizzati dall'artista tra il 1500 e il 1530 circa per Santa Maria in Organo, la chiesa che gli commissionò la sua prima grande pala e per la quale continuò ad operare per oltre 15 anni. Tornano così insieme pale d'altare, ante d'organo dipinte da Girolamo in collaborazione con Francesco Morone, e due pannelli su tavola che decoravano un'ancona lignea intagliata da fra Giovanni per la cosiddetta cappella della Muletta, appena recuperate sul mercato antiquario estero dalla Fondazione Domus di Verona e presentate al pubblico in quest'occasione.

Ampia attenzione la mostra riserva anche all'attività di Girolamo miniatore. Ad aprire l'estesa sezione dedicata alle miniature sono gli Statuti et Ordinamenta Domus Mercatorum, celebre raccolta di disposizioni che regolavano le Arti della mercatura a Verona, e alcuni esemplari illustrati dalla raffinatissima mano del padre di Girolamo, Francesco Dai Libri. A seguire viene presentata l'intera collezione di miniature di Girolamo appartenenti al Museo di Castelvecchio, fondo di recente catalogato e in parte restaurato grazie al finanziamento della Regione del Veneto.

Per saperne di più

www.comune.verona.it/Castelvecchio/cvsito
www.tourism.verona.it/