Il pane di Matera è un'esperienza storica, perchè nella vicina Metaponto è stato "inventato" il grano ibridando il farro, e gastronomica perchè, grazie alla semola ricca di glutine, al lievito ottenuto dalla fermentazione delle albicocche, alla lievitazione, alla formature e alla cottura a legna, raggiunge una fragranza inimitabile: panelle, pannedduzze, pzzetto chieno, ruccolo, u felattd, varone.
Per la pasta: bucce di mandorla, cavatelli o ravioli potentini. Seguono l'agnello alla materana, la Pezzenta del Vulture , la salsiccia di Cancellara e, per i formaggi, il Casieddo di Moliterno, la Manteca, il Padraccio del Pollino. Tra i dolci i calzoncini di castagne, le chinulille farcite con ricotta di pecora e gli strangolapreti dolci. Tra i vini l'Aglianico, la Malvasia nera e il Bombino bianco.