Provincia che vai, vino che trovi. Nelle Marche è così: ogni provincia ha una viticoltura caratteristica, con predominanza dei rossi sui bianchi, anche se sono proprio questi ultimi ad attirare sempre più l'interesse dei consumatori. È il caso di Falerio dei colli Ascolani, con le uve di Trebbiano toscano, Passerina e Pecorino, dal bel colore paglierino, odore lievemente profumato, sapore secco, sapido, armonico e leggermente acidulo, con gradazione minima di 11,5° particolarmente adatto al pesce (molluschi, crostacei, il moscardino e la canocchia) e delizioso connubio con le olive verdi ascolane e formaggi teneri. Dal comune omonimo prende il nome Offida Doc che include il Bianco Passerina, il Bianco Pecorino e il Rosso. Quando il paglierino dai riflessi dorati si fa ambrato, il profumo tipico diventa etereo ed intenso, il sapore più armonico e vellutato sulla vetta di 15,5° ecco che il Passerina si è fatto Passito e Vin santo. La differenza tra i due sta nei tempi di invecchiamento: diciotto mesi di cui dodici in legno il primo; trentasei di cui ventiquattro in legno il secondo, che si distingue anche per l'ambrato più carico. Passerina, oltre che a fine pasto, delizia come aperitivo nella tipologia spumante, con quelle bollicine fini e persistenti, profumo lievemente fruttato e sapore gradevolmente acidulo. Accompagna altrettanto bene il pesce il Pecorino, riconoscibile dai riflessi verdognoli che percorrono il giallo paglierino. L'Offida comprende il rosso locale, prodotto con le uve di Montepulciano e Cabernet Sauvignon, che gli infondono colore rubino tendente al granato, profumo complesso, sapore sapido e armonico. E' d'obbligo invecchiarlo per ventiquattro mesi di cui sei in legno e ha largo uso da pasto. Montepulciano e Sangiovese danno la paternità al Rosso Piceno che, a differenza delle Doc Falerio e Offida, originarie della provincia di Ascoli Piceno, si produce in una vasta area delle Marche estesa pure nell'anconetano e nel maceratese.

Per saperne di più

I vini delle Marche, edito da Regione Marche - www.regione.marche.it