Cinque Santuari proteggono dall'alto le Cinque Terre, magica porzione di territorio ligure stretta tra i monti e il mare della provincia di La Spezia, celebrata e amata per i suoi panorami pittoreschi, gli scorci suggestivi, i percorsi romantici.

Le vie dei pellegrini

Per secoli gli stretti sentieri e le mulattiere che collegavano i cinque Santuari ai paesi costieri delle Cinque Terre sono stati percorsi da pellegrini devoti per i quali rappresentavano mete irrinunciabili non solo in occasione delle celebrazioni dei Santi a cui sono dedicati, ma anche per offrire un ex-voto in segno di ringraziamento per una grazia ricevuta.

Da Monterosso a Vernazza

Il Santuario di Nostra Signora di Soviore, a Monterosso, è il primo da visitare se si vuole percorrere l'itinerario della fede delle Cinque Terre: è a 464 metri di altitudine e ci si arriva camminando lungo un sentiero immerso fra olivi e vigneti. E' il più antico di tutta la Liguria e si trova in una posizione panoramica stupenda.
A Vernazza, invece, c'è il Santuario di Nostra Signora di Reggio: è stato costruito nell'XI secolo e leggenda vuole che l'immagine della Madonna che vi è custodita sia stata dipinta da San Luca e sia stata poi portata lì dai Crociati reduci dalla Terra Santa.

Tra Corniglia e Rio Maggiore

Non lontano, ed esattamente a Corniglia, un'altra perla delle Cinque Terre, si trova poi il Santuario di Nostra Signora delle Grazie e San Bernardino. Anche qui la leggenda è di casa: si narra infatti che, in epoca rinascimentale, vi fosse custodita una sbiadita immagine della Vergine che riacquistò miracolosamente la brillantezza e la vivacità dei colori originali.
L'itinerario della fede alle Cinque Terre prosegue quindi con la visita al Santuario di Nostra Signora della Salute a Manarola, dal magnifico aspetto romanico-medioevale, e si conclude con il Santuario di Nostra Signora di Montenero a Riomaggiore, le cui origini risalgono addirittura al 1335.

Per saperne di più

www.cinqueterre.it
www.comune.sp.it
www.provincia.sp.it