Lo chiamano 'la porta d'ingresso al Parco delle Madonie'. E a ragione: perchè Castelbuono, piccolo borgo medioevale a una novantina di chilometri dal capoluogo Palermo, è proprio ai piedi delle Madonie, incastonato in una splendida vallata dove, a colli coperti di vigne, si alternano oliveti e boschi di lecci, querce, faggi e castagni. Grazie alle sue bellezze naturali e al suo ricco patrimonio storico, architettonico e artistico, Castelbuono è diventato meta amata non soltanto dai turisti, ma anche dagli stessi siciliani in quanto è uno dei borghi più belli della Sicilia.

Lo sviluppo e lo splendore di Castelbuono si devono, originariamente, alla famiglia ligure dei Ventimiglia: sbarcati in Sicilia nella prima metà del XIII secolo, ricoprirono cariche di sempre maggior rilievo finchè, agli inizi del 1300, Aldoino Ventimiglia e suo fratello Francesco cominciarono a favorire il trasferimento degli abitanti dei villaggi vicini verso il nucleo primitivo di Castelbuono, dando contemporaneamente vita a importanti opere di fortificazione. Lo stupendo castello che ancora oggi si può ammirare all'estremità della collinetta di S. Pietro, fu infatti iniziato nel 1316, in pieno periodo di recupero feudale.
Ma il castello non è certo l'unico elemento d'attrattiva di questo bellissimo borgo medioevale, la cui parte più antica si sviluppa sul dorso della collina come un presepe. Meritano una visita, per esempio, anche la Fontana della Venere Ciprea, un complesso architettonico scultoreo risalente al XV secolo, e la chiesa Matrice Vecchia, ricca di affreschi grandiosi: si dice che originariamente fosse un tempio pagano e, in seguito, una moschea. Belle anche la chiesa di San Francesco, edificata nel 1332 e con un magnifico organo, la chiesa della Matrice Nuova, che custodisce pregevoli opere d'arte ed è dedicata alla Natività di Maria, e la chiesa del Crocefisso, nella parte più antica della cittadina.

Per saperne di più

Comune di Castelbuono - www.comune.castelbuono.pa.it

Da vedere
Museo Civico di Castelbuono, piazza Castello, tel. 0921671211. Orari: 8,30-14 e 14,30-20 tutti i giorni escluso il lunedì.
Informazioni: museocivico@comune.castelbuono.pa.it
E' l'istituzione culturale cui il Comune affida la conservazione e valorizzazione del patrimonio monumentale, storico, artistico, letterario ed etnoantropologico che ha il suo centro nel Castello Comunale.

Museo Minà Palumbo, via Roma 52, Ex Convento S.Venera (Badia), tel. 0921671.895. Orari: 9-13 e 15-19.
Informazioni: http://www.museominapalumbo.it/.
Il Museo conserva le collezioni create dal naturalista Francesco Minà Palumbo nel corso di studi compiuti nel territorio delle Madonie fra il 1837 e il 1899. Le collezioni comprendono reperti provenienti da ogni parte delle Madonie e attinenenti a flora, fauna, geologia, preistoria, storia, agricoltura, industria.