Capperi che gusto!

I capperi di Pantelleria, vanto della gastronomia siciliana, prosperano sul terreno arso e arido d'origine vulcanica dell'isola, ambiente ideale per coltivare la pianta che rappresenta un cespite economico non indifferente per la popolazione locale.
Questi prodotti tipici siciliani furono conosciuti e amati da Greci e Latini, che li usarono in cucina, in farmacopea e nel talamo, per le proprietà afrodisiache menzionate pure nella Bibbia. I capperi di Pantelleria si riconoscono per l'odore intenso e il sapore forte che rendono fragranti vari piatti siciliani e della cucina mediterranea, senza dimenticare le caratteristiche organolettiche che danno benefici diuretici, tonici e digestivi. La 'morte' più bella dei capperi di Pantelleria avviene con il 'pesto pantesco', in gustosa compagnia di olive nere, pomodori, acciughe e origano.

Bottoni di fiori

Questo ortaggio della famiglia delle Capparidacee si presenta come arbusto tipico della flora mediterranea, non supera il mezzo metro, ha tronco legnoso con rami striscianti a terra, foglie ovali verde scuro, fiori inconfondibili di colore bianco e rosa. Ma cosa sono esattamente i capperi di Pantelleria? Le parti usate per insaporire tanta pasta alla siciliana non sono altro che i bottoni fiorali della pianta, non ancora aperti, di particolare forma tondeggiante, colore verde scuro tendente al senape e diametro dai 6 ai 14 millimetri. Nel periodo compreso tra la fine di maggio e i primi di settembre, i capperi di Pantelleria iniziano a fiorire: è questo il periodo della raccolta dei bottoni fiorali, non ancora aperti e germogliati; quando sono piccoli e medio-piccoli, costituiscono il prodotto migliore. Visto che i capperi freschi sono amari e sgradevoli e la cucina siciliana non saprebbe che farsene, ogni giorno, a fine raccolta, i bottoni fiorali, deposti in un tino, vengono ricoperti con abbondante sale marino grosso e mescolati per circa dieci giorni. L'acqua emessa e il sale che si scioglie formano una salamoia che li fa maturare.

Per saperne di più

www.capperipantelleria.com