Anche se il nome fa pensare a una struttura di recente istituzione, la nascita del bed & breakfast si perde nella notte dei tempi, non dovuta ad una intelligente trovata commerciale ma piuttosto ad uno stato di necessità. Quando i mezzi di trasporto non assicuravano certezza e celerità nei collegamenti, i viaggiatori del tempo, ma soprattutto i viandanti, non trovando sul loro cammino una locanda o comunque un posto dove dormire, si vedevano costretti a bussare alle porte delle abitazioni private per chiedere accoglienza per la notte. Ed è stata questa la più genuina e spontanea forma di ospitalità che, in tempi più recenti, ha trovato nel Regno Unito e in Irlanda, una sua formula, una regolamentazione e, quindi, anche un nome: bed & breakfast, cioè una stanza per dormire e la prima colazione al mattino.

Oggi infatti, basta disporre di qualche stanza in più da mettere a disposizione dell'ospite e la possibilità di servire una prima colazione per convertire la propria abitazione in un bed & breakfast e iniziare l'attività, naturalmente attenendosi alle normative e ai criteri che ogni Regione ha stabilito, nel quadro Legge 29 marzo 2001, n. 135 - "Riforma della legislazione nazionale del turismo", pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 92 del 20 aprile 2001.
La legge, naturalmente, lasciando alle Regioni la facoltà di apportare variazioni, stabilisce i requisiti generali minimi richiesti per poter ottenere l'autorizzazione: un alloggio che abbia massimo 3 camere arredate (mq 14 per la doppia e mq 8 per la singola), per un massimo di 6 posti letto; carattere saltuario dell'attività, che preveda un'interruzione di almeno 90 giorni, anche non consecutivi, in un anno. Obbligo, ovviamente, di fornire la prima colazione e il servizio a livello familiare.
L'inizio di attività va denunziato all'Ufficio turistico del Comune di residenza, o presso l'APT o IAT locale; se l'attività prevede un'interruzione di 90 giorni l'anno non è richiesta la partita Iva e quindi non si dovrà rilasciare alcun documento fiscale al momento del pagamento.
Oggi in Italia sono circa 20.000 i bed & breakfast in esercizio, sono presenti su tutto il territorio nazionale e classificati in diverse categorie in base alle loro specifiche peculiarità e alla vocazione: charme e design, dimore storiche, centri storici, giardini e paesaggi, aree metropolitane
Questo genere di ospitalità, infatti, si è sviluppata lungo tutta la Penisola italiana, interessando le grandi città come i piccoli comuni, le città d'arte e i borghi storici, e promuovendo sensibilmente la scoperta del Bel Paese ed anche lo stile di vita italiano vivendo l'ospite la propria vacanza a diretto contatto con la realtà locale e la famiglia che conduce il bed & breakfast.
Il successo del fenomeno trova spiegazione nella diffusione capillare di queste microstrutture turistiche che soddisfano un bisogno diverso di viaggiare per l'Italia, vivendo a più diretto contatto con la realtà sociale, ma soprattutto pagando poco: i prezzi praticati, mediamente, si attestano su 35 euro a notte. Oggi si calcola che ogni b&b registra mediamente 190 pernottamenti all'anno, per un fatturato complessivo annuale di circa 130 milioni di euro.
È così sintetizzato: 'I gestori/proprietari dei b&b sono in prevalenza donne con una percentuale che si attesta al 57,7%. Oltre il 90% possiede un titolo di studio superiore e dentro questa percentuale un buon 36% possiede una laurea. Il 46% dei gestori parla due lingue straniere, il 90% almeno una e prevalentemente l'inglese. Il 36% dei gestori è o un libero professionista o un imprenditore, ma non mancano gli impiegati con il 15% e gli insegnanti con il 6%'. Il sondaggio ha inoltre evidenziato che 'La comunicazione e la promozione dei B&B viaggia su internet. Nove B&B su dieci utilizza il web per farsi conoscere e stare sul mercato. L'età media dei turisti che scelgono un b&bè compresa tra i 25 e i 40 anni con una percentuale che supera il 75% delle presenze complessive. L'85% arriva in coppia e il 54% degli ospiti si ferma per due notti. Il confort e l'accoglienza sono le motivazioni principali su cui la scelta del cliente si orienta: il 38% nel primo caso, il 33% nel secondo'.
Per promuovere ulteriormente presso i grande pubblico questa nuova dimensione dell'ospitalità che ha conquistato, in pochi anni, il cuore e la mente del viaggiatore/turista più consapevole e informato, viene organizzato, ormai da tre anni, in coincidenza con la Festa della Donna, per iniziativa del maggiore portale italiano del settore, www.bed-and-breakfast.it, il b&b Day, 'Giornata italiana del bed and breakfast', che dà l'opportunità a turisti e vacanzieri di usufruire di due pernottamenti pagandone uno in tutte le strutture affiliate al circuito www.bed-and-breakfast.it che aderiscono all'iniziativa.
Pubblichiamo un elenco, naturalmente non completo, delle località italiane, raggruppate per regione, dove sono presenti strutture ricettive di bed & breakfast
ABRUZZO (90) - Aquila, Chieti, Pescara, Teramo.
BASILICATA (30) - Matera, Potenza.
CALABRIA (71) - Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia.
CAMPANIA (204) - Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno.
EMILIA ROMAGNA (112) - Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza.
FRIULI VENEZIA GIULIA (22 - Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine.
LAZIO (334) - Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo.
LIGURIA (134) - Genova, Imperia, La Spezia, Savona.
LOMBARDIA (136) - Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi.
MARCHE (57) - Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino.
MOLISE (7) - Campobasso, Isernia.
PIEMONTE (135) - Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino.
PUGLIA (304) - Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto.
SARDEGNA (204) - Cagliari, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio.
SICILIA (335) - Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo.
TOSCANA (167) - Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara.
TRENTINO ALTO ADIGE (11) - Bolzano, Trento.
UMBRIA (71) - Perugia, Terni.
VALLE D'AOSTA (16).
VENETO (142) - Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona.