L’artigianato biellese riprende tutti i materiali tipici della tradizione piemontese con cui sono prodotti mobili, suppellettili, utensili d’uso quotidiano, guardando sia al passato che alla tradizione storica e tentando, al contempo, un approccio all’innovazione. In Valstrona vi è un'ampia produzione di oggetti in legno, per uso domestico. A Sambughetto prevale una produzione di pale "sesul", attrezzo con cui un tempo si usavano ammucchiare il grano e il riso sull'aia. Nella provincia di Cuneo sono in vita numerose attività artigianali che si occupano della fabbricazione di "mobili in stile”, intagliati o intarsiati, particolari quelli del comune di Saluzzo, ove i mobilieri si tramandano i segreti del mestiere di padre in figlio e sono specializzati nella produzione di mobili in stile barocco.

Lo stesso legno utilizzato è per lo più quello degli alberi che crescono nella zona come noce, ciliegio, pero, melo, rovere, quercia e larice. Altri centri specializzati nella lavorazione artigianale del legno sono Sanfront, Brossasco e la Val Varaita, dove si lavora il pino cembro naturale con belle decorazioni a intaglio e con criniere e serrature in ferro battuto.

Vi sono poi botteghe di artigianato biellese che realizzano botti, tini e altri utensili in legno a Fossano, Alba, Mondovì, Sarezzano e Sezzadio. Nel comune di Grosso vi è un'ampia produzione di sedie. Nel ‘900 poi, con il trasformarsi repentino delle relazioni tra gli uomini e la natura, il legno ha perduto la sua importanza ed è "risalito in montagna", soprattutto nell'arco alpino, relegato a pochi artigiani, spesso ad uso e conforto dei soli turisti.

Eppure, più che un mestiere, quella degli intagliatori del legno, è un'arte. Richiede un'abilità e una sensibilità artistica non inferiori a quelle necessarie alla scultura, può essere eseguita su ogni tipo di legno, duro o tenero, e la scelta dipende dall’opera che s’intende realizzare. L'intarsio invece è una tecnica decorativa che consiste nel comporre figure o disegni accostando legni diversi o materiali diversi tra cui avorio, madreperla, metalli e tartaruga, che vengono sagomati nella forma opportuna e fissati alla superficie sottostante.