Il sentiero dei masi di Aica di Fiè, sull'Alpe di Siusi, in provincia di Bolzano, rappresenta una dolce escursione alla portata di tutti tra soleggiati scorci da cartolina: otto chilometri di Alpe di Siusi da percorrere come dentro a una favola, tra paesaggi rurali e naturali mozzafiato.

Tutto in quota

Questo particolare itinerario dei masi alla scoperta dell'Alpe di Siusi prevede la partenza dal Castello di Presule, a 856 metri di alttudine, e l'arrivo alla Chiesetta di Santa Caterina, a 867 metri: una distensiva passeggiata costantemente in quota, insomma, dove il dislivello globale da affrontare non supera i 140 metri.

Da un maso all'altro

Lungo il cammino sui sentieri dell'Alpe di Siusi non mancano le sorprese. Magari spettacolari come, per esempio, il ponte sospeso sul Rio Laus, degno di un'avventura di indiana Jones. Oppure romantiche come la vista del maso Gstasch, del maso Guntscholl, del maso Front e del maso Unterharder.

Antichi profumi

Di una cosa, comunque, si può essere certi: sempre, durante questa passeggiata all' Alpe di Siusi, ci si ritroverà immersi in una natura straordinaria, spesso sollecitati sensorialmente dalla vista di elementi che riportano alla mente i piaceri della vita contadina, come il profumo del pane appena sfornato o del latte appena munto.

Dolce ritorno

E se, quando arriva il momento di affrontare la via del ritorno, si è stanchi o non si ha voglia di attraversare a piedi i prati dello Schnaggenkrenz, si può sempre caricare sull'autobus di linea zaini e borse, salire, sedersi e farsi riportare comodamente a Presule.

Bene a sapersi

Negli Uffici di informazione turistica dell'Alpe di Siusi si possono ritirare gratuitamente i dèpliant con i tracciati e le deviazioni possibili sul sentiero di Aica di Fiè.