Diverse sono le sorgenti termali presenti in Umbria che, oltre a regalare un'acqua preziosa, sono spesso circondate da paesaggi rilassanti che da soli valgono un viaggio. Questa volta approdiamo nella provincia di Terni dove, in prossimità del borgo di Acquasparta, meta in estate di eventi culturali e apprezzati concerti, sgorga la Fonte dell'Amerino.
Anch'essa già nota ai romani, si afferma in epoca moderna come meta di cura nei primi anni del '900. Oggi il centro termale di Acquasparta, aperto da maggio a ottobre, rappresenta una sicura destinazione per chi abbia deciso di ricorrere alla cura idropinica per contribuire a eliminare fastidiosi calcoli, e in generale, per la cura delle malattie gastroenteriche, urinarie, epatiche e biliari.

Da qualche tempo l'acqua dell'Amerino è destinata prevalentemente all'imbottigliamento, pertanto è consuetudine proseguire la cura al proprio domicilio. Si tratta di un'acqua particolarmente leggera, medio-minerale, adatta ai bambini e a chi pratica sport e soggetta a continue verifiche che ne attestano la salubrità.
Sentirete parlare della fonte dell'Amerino anche come "Terme di San Francesco", poichè dal passato si tramanda la voce secondo la quale il frate di Assisi nel corso delle sue peregrinazioni nella zona, avrebbe benedetto l'acqua della sorgente.
In ogni caso la sola contemplazione del paesaggio che circonda il parco termale, esso stesso incantevole, con i Monti Martani nello sfondo, è fonte di relax e benessere mentale.
Per inciso, non va dimenticato che proprio Acquasparta vide la fondazione, nel 1603, dell'Accademia dei Lincei, grazie all'iniziativa del nobile naturalista Federico Cesi e di tre suoi amici, che tra le sue raccomandazioni prevede proprio la 'contemplazione della macchina dell'universo'.

Parco Termale Amerino
Via San Francesco, 1
05021 - Acquasparta (TERNI)
tel. 0744.943622

Per saperne di più
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT del Comprensorio Ternano
Via Cassian Bon, 4 - 05100 Terni
tel. 0744423047
info@iat.terni.it