Già a vederla da lontano si capisce che Randazzo manterrà in pieno la promessa di regalare al turista un soggiorno indimenticabile: perchè questa cittadina in provincia di Catania che si erge sul versante settentrionale dell'Etna dominando dall'alto la Valle dell'Alcantara, ha davvero molto da offrire al visitatore.
Tanto per cominciare, Randazzo ha saputo conservare quasi intatto il suo aspetto medioevale: lo dimostrano le vie e i palazzi del centro storico e, soprattutto, il suo magnifico Castello nel quartiere di San Martino, che fu costruito in epoca normanna e divenne la residenza di Federico II di Svevia e dei primi sovrani aragonesi.

Ma a Randazzo non ci si deve lasciar sfuggire l'occasione di ammirare anche il Palazzo Reale, voluto da Guglielmo II come residenza estiva dei sovrani aragonesi, la splendida Basilica di Santa Maria, la suggestiva Chiesa di San Nicola, posta in una stupenda piazza medioevale al centro dell'antico quartiere greco, la Chiesa di San Martino, davanti al Castello e di epoca normanna, la particolarissima Casetta di via dell'Agonia, mirabile capolavoro di architettura borghese trecentesca e, infine, il Palazzo Claretano e il Palazzo Comunale, che anticamente era un convento per diventare in seguito sede del Municipio.

Per saperne di più

www.comune.randazzo.ct.it
www.randazzomedievale.it
www.provincia.catania.it
www.turismo.catania.it

Da vedere

A Randazzo meritano una visita anche la Chiesa di San Pietro, quella di Maria SS. Annunziata, quella del Signore della Pietà, di Santa Maria della Volta e di San Vito. Inoltre, altre soste consigliabili sono quella al Santuario di Maria SS. Del Carmelo, a Casa Lanza e aalla statua del Gigante Piracmone.