Parola di origine antica e dialettale, usata anche come sinonimo di argilla, Crete è il termine con il quale da secoli oramai si indica la regione posta nella provincia di Siena a sud-est del capoluogo. Questa vasta zona collinare, compresa tra i comuni di Asciano, Buonconvento, Monteroni d'Arbia, Rapolano Terme e San Giovanni d'Asso, deve la composizione argillosa del suo territorio al fatto che questo, circa 4 milioni di anni fa, era coperto dal mare. A rendere le Crete così come sono oggi infatti sono stati i sedimenti composti di argille e sabbie del bacino marino poi venuti alla luce con i loro numerosi fossili di molluschi. In seguito il processo di erosione ha fatto in modo che nella zona delle Crete si formassero numerose particolari insenature, dette calanchi, e piccole colline a cupola, dette biancane. Su queste ultime è quindi affiorato, a seguito dell'esposizione al sole, quel solfato di sodio che conferisce loro il caratteristico colore chiaro. Oggi a tanti secoli di distanza, la caratteristica principale delle Crete è una natura selvaggia fatta di colori inconsueti, come il grigio dell'argilla ed il giallo del solfato. Nel suo unico paesaggio collinare, quasi totalmente privo di vegetazione, si alternano in modo molto suggestivo proprio calanchi e biancane che, a tratti, sembrano costituire un territorio desertico e lunare. Non per nulla, fin dal medioevo, la zona fu anche nota come "Deserto di Accona". Alcune variazioni morfologiche comunque non mancano e, ad esempio, negli immediati dintorni di Buonconvento le Crete diventano ampie e solari e allungano lo sguardo verso i profili netti di Montalcino e del Monte Amiata. In un paradiso naturale come questo, l'attività sportiva che meglio permette di girare per scoprire i mille segreti e le tante bellezze delle Crete è l'equitazione. Una vacanza a cavallo insomma è certo il modo migliore per prendere confidenza con questo territorio unico e affascinante, oltre che ricco di percorsi, detti ippovie, e di agriturismi e maneggi nel quali è possibile avere tutta l'assistenza e le attenzioni necessarie per trascorrere un weekend o una settimana di splendida vacanza in sella (www.cavalli.terresiena.it/ippovie). Tra i tanti itinerari che partono dal cuore delle Crete senesi c'è quello che collega San Gimignanello ai Bagni di Montalceto. Si tratta di un percorso di 6 km caratterizzato da spazi aperti a cielo e colline. Solo terra e nuvole, cipressi e strade bianche fanno compagnia ai cavalieri che si inoltrano in questa gita che si sviluppa nei pressi di Serre di Rapolano e Asciano. Proprio da questo borgo, raggiunto da San Gimignanello, si imbocca una strada sterrata che conduce all'antica villa di Poggio Pinci e da qui, lungo un sentiero molto panoramico, fino ai Bagni di Montalceto, ex stazione termale di origine antichissima e vicino alla quale si ammirano gli scavi di una necropoli etrusca. Finita la gita a cavallo, per chi ama per l'appunto il relax delle terme, l'occasione di riposarsi dopo una giornata in sella è ghiotta e nelle vicinanze: basta raggiungere il caratteristico centro di Rapolano Terme e i suoi stabilimenti termali.

Per saperne di più

www.terresiena.it
www.turismo.toscana.it
www.comune.siena.it
www.cretesenesi.com
www.toscanaviva.com