Apri motore di ricerca

Pintoricchio: celeberrimus pictor

Celeberrimus pictor per Sigismondo Tizio (erudito prelato e autore delle "Historiae seneses") Bernardino di Betto per l'anagrafe, il Pintoricchio per tutti gli altri. Al grande maestro del Rinascimento italiano, artista-simbolo della città di Perugia è dedicata un'articolata mostra tra Perugia e Spello che, fino al 29 giugno 2008, oltre a celebrare il 550° anniversario della nascita del pittore, vuole rinnovare l'attenzione del pubblico e della critica nazionale e internazionale per il territorio e il patrimonio artistico-culturale umbro.

La mostra monografica, che raccoglie più di 100 capolavori tra dipinti e disegni del grande maestro (tra cui la sua massima prova su tavola: la Pala di Santa Maria dei Fossi), è allestita nella sale della Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia, una delle più importanti raccolte della pittura medioevale e rinascimentale italiana, dove nel dicembre del 2006 sono stati completati i lavori di recupero e di ampliamento degli spazi espositivi. Una seconda sede espositiva è a Spello, nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Qui, nella Cappella Baglioni, più conosciuta come "cappella bella", si trova un ciclo di affreschi considerato, insieme alla pala di Santa Maria dei Fossi, il capolavoro umbro dell'artista. Nella vicina Pinacoteca Civica è stata inoltre allestita una piccola mostra su "Pintoricchio e le arti minori".
Le mostre sono arricchite da percorsi e itinerari regionali che conducono il visitatore a scoprire, nei luoghi di origine, le testimonianze che ancora vi sono conservate dell'opera di Pintoricchio e della straordinaria stagione rinascimentale e che coinvolgono altri centri umbri, come Trevi (complesso museale di San Francesco), Spoleto (Cattedrale di Santa Maria Assunta), Orvieto (Cattedrale di Santa Maria Assunta), Città di Castello (Museo del Duomo), San Martino in Colle di Perugia (Chiesa della Madonna del Feltro), Spello (Chiesa di S. Andrea e Pinacoteca Civica). E ancora: ad arricchire il programma si aggiungono numerosi eventi collaterali a e intorno Perugia. Fino al 28 settembre 2008, per esempio, la Uguccione Ranieri di Sorbello Foundation ospita la mostra "Pintoricchio e la sua epoca: immagini e storie"; fino a giugno lo Studio di vetrate artistiche Moretti Caselli organizza i laboratori didattici "Vetropark" per bambini dai 5 ai 12 anni; fino al 20 giugno il Museo Regionale della Ceramica di Deruta rende omaggio al grande pittore, che tanto influenzò i maestri vasai del Rinascimento, con la mostra "Deruta interpreta Pintoricchio".D'intesa con il Consorzio Perugia Città Museo, che gestisce le card per i musei della città, durante la mostra è attiva la Pintoricchio Card che permette l'ingresso alla mostra di Perugia, alla mostra di Spello e agli altri musei aderenti al Consorzio. La card permette, inoltre, l'accesso ad altri servizi e prevede numerosi riduzioni e sconti. La Pintoricchio Card è in vendita nelle sedi delle mostre e nei musei al costo di Euro 17,00.

Per maggiori informazioni sulle mostre e gli eventi collaterali: www.mostrapintoricchio.it

Per saperne di più

Turismo Comune Perugia - http://turismo.comune.perugia.it

Vania Brogi
[ Chiudi ]
Richiesta di autenticazione
[ X ]
Richiesta di autenticazione

Inserisci nome utente e password per autenticarti.



Non sei registrato? Clicca qui »

Recupera password Clicca qui »