Uno dei borghi medievali più belli d’Italia

Le antiche mura duecentesche che circondano il borgo in provincia di Arezzo, trattengono il profumo della storia e della cultura medievale. Varcare le antiche porte, ovvero Porta Fiorentina, Porta Sant’Angelo e Porta San Martino, è come catapultarsi in un’atmosfera senza tempo.

Vi state chiedendo cosa visitare ad Anghiari?

Skyline AnghiariÈ molto semplice, in quanto essa rappresenta una delle pietre più preziose del ricco patrimonio artistico-culturale e paesaggistico della Toscana. Le sue strade sono state teatro della celebre Battaglia di Anghiari del 29 giugno 1440, che vide la vittoria dei fiorentini contro i milanesi. Questa gloriosa battaglia venne rappresentata ad imperitura memoria da Leonardo Da Vinci, in un affresco murale realizzato all’interno di Palazzo Vecchio a Firenze. Di questo capolavoro leonardiano sono sopravvissuti soltanto alcuni disegni del Maestro e alcune copie degli artisti del tempo. Per rievocare l’antica battaglia, dal 1441 fino ad oggi, il 29 giugno di ogni anno viene allestito un Palio e organizzata una corsa sul luogo della battaglia.

 

 

Cosa visitare ad Anghiari: I palazzi antichi

Anghiari con i suoi castelli e vicoli medievali si affaccia sull’Alta Valle del Tevere, meravigliosa cornice naturale, itinerario della profonda spiritualità francescana.
Tra i luoghi d’interesse vanno ricordati il Palazzo del Marzocco, tappa imperdibile se si desidera sapere cosa visitare ad Anghiari. Il palazzo appartenne alla nobile famiglia Angelieri, il cui nome deriva dall’antica statua leonina presente di fronte al Palazzo, simbolo del potere popolare. Al suo interno è ospitato il Museo della Battaglia di Anghiari e dell’antico borgo medievale.

 

Vicolo nel borgo Anghiari

Il Palazzo Pretorio, invece, è un’antica costruzione del 1339, fu sede del Vicariato Fiorentino e dell’antico tribunale dal 1386, ma a partire dal XIX secolo divenne sede del comune. Tanti sono i reperti storici conservati al suo interno, come gli stemmi di pietra e terracotta, appartenuti ai Podestà e ai Vicari di Anghiari. Nei suoi sotterranei sorgono le antiche carceri vicariali dal fascino suggestivo. Ma Palazzo Pretorio raccoglie tra le sue mura anche testimonianze artistiche della metà del 1400, come l’affresco raffigurante la Giustizia, realizzato da Antonio D’Anghiari, primo maestro di Piero della Francesca. Palazzo Corsi, maestoso palazzo in cui si fonde l’antico stile architettonico del 1700 e del Neoclassicismo, è oggi sede della Biblioteca e dell’Archivio storico Comunale.

 

Architettura religiosa

Scegliere cosa visitare ad Anghiari significa esplorare gli antichi luoghi di culto, come la Chiesa di Sant’Agostino del XIII secolo, legata alla figura di Thomas Becket, Vescovo di Canterbury e Cancelliere di Enrico II d’Inghilterra.

Torri e tetti di Anghiari al tramontoL’Abbazia di San Bartolomeo, invece, sorge su un tempio rupestre e accoglie tra le sue antichissime mura due sculture lignee di grande importanza storico-artistica: la Madonna con bambino di Tino di Camaino e un Crocifisso della fine del 1200. Tante altre sono le architetture sacre ricche di arte e cultura antica: la Chiesa di Santo Stefano, la Chiesa di Santa Maria Maddalena, la Cappella Corsi e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie.