Nel 2018 potremo iniziare a veder spuntare gli insetti a tavola, proprio nel menù! L’UE ha dato il sì al novel food.

Siamo lontani dal tempo in cui ci si lamentava dell’aver trovato una mosca nel proprio piatto. Le nuove tendenze food vedono proprio gli insetti come protagonisti dei nostri piatti.
Il novel food, nuovo regolamento insetti, è entrato in vigore il 25 novembre 2015. Ci sono voluti però più di due anni per far disporre le norme ai Paesi dalla Comunità Europea. In Italia è ufficiale dal primo gennaio 2018.

Il professore Giovanni Coradini, del dipartimento di scienze politiche e sociali dell’Università di Pavia, ha analizzato la normativa sottolineando l’importanza di esperti in legislazione al fianco dei produttori, per rimanere aggiornati sulla lista degli alimenti permessi. Questo perché gli alimenti permessi sono sempre in divenire, tanto che non dovremo stupirci quando il cameriere ci servirà piatto con alghe ed insetti durante il matrimonio di un parente.

Novel food e insetti

Novel food e insetti. Foto del ilSole24ore.com

 

Che cosa significa Novel Food? Nuovo regolamento insetti!

Il Novel Food indica tutti i prodotti non consumati in maniera significativa in Europa, prima delle norme attuali. Dunque letteralmente il cibo nuovo, sviluppato con nuove tecnologie o cibi consumati da più di 25 anni al di fuori dell’UE. Ora hanno entrambi il via libera da Bruxelles per la vendita nel continente.
Alcuni esempi di novel food? Microorganismi, gin alla formica, larve… Non solo insetti però, anche un chewing-gum con una nuova composizione chimica, la vitamina K2 o dei succhi prodotti ad alta pressione.

Tanti gli chef interessati ad utilizzare gli insetti nei propri menù, tra cui l’italiano Roberto Flore che è attualmente chef della Nordic Food Lab di Copenhagen. Un esempio dei piatti da lui proposti in collaborazione con Afton Halloran? Formica alla granella di fuco come antipasto, larve di ape per continuare la degustazione, e un gin a base di formica come chiusura.