Come gestire un ristorante per aumentare le vendite e raggiungere il successo? Ecco i 5 errori che ogni ristoratore dovrebbe conoscere ed evitare.

 

Il mondo della ristorazione è in continuo cambiamento. Eppure, nonostante le novità, c’è sempre quel ristorante all’altro lato della strada che funziona meglio. Le vendite calano, i clienti vogliono provare qualcosa di nuovo e si inizia a pensare:”so come gestire un ristorante?”. Esiste una formula magica? La verità è che bastano dei piccoli errori, ripetuti ogni giorno, per fare la differenza e peggiorare drasticamente la situazione. Ecco qui i 5 errori che ogni ristoratore dovrebbe conoscere ed evitare.

 

1. Sottovalutare la location.

Quando avete aperto il ristorante era tutto perfetto nei minimi dettagli. Il tempo però è passato e le mode sono cambiate. Lo sapete che molti millennials scelgono il ristorante dalle foto su Instagram? E in molte di queste il soggetto non è il piatto, ma anzi la location! Bastano piccoli accorgimenti, come delle piastrelle di design, lavagne con il menù del giorno, nuove candele per i tavoli. Scegliete uno stile e seguitelo per l’identità del vostro locale. Sarà chic e con colori pastello? O urban in stile industriale? Tanto legno e natura, o asettico bianco e nero?

5 errori da evitare nella gestione di un ristorante: sottovalutare la location.

5 errori da evitare nella gestione di un ristorante: sottovalutare la location. Foto di foter.com

 

2. Non rafforzare la propria brand identity.

Riprendendo il punto uno, molti locali realizzano un logo, un menù e magari anche un sito internet senza pensare alla propria brand identity. L’identità del brand servirà a farsi riconoscere e distinguere dai competitor. Quali sono i punti di forza del vostro locale? Per esempio avete piatti adatti ai vegani o agli intolleranti al lattosio? Fatelo sapere ai vostri clienti! Potrebbe essere giunto il momento per fare un restyling al logo o semplicemente cambiare il menù. Ricordatevi che tutto il locale deve trasmettere i valori e l’identità del brand, dalla location all’impiattamento.

3. Come gestire un ristorante? Il problema è non riuscire a delegare!

Spesso i ristoranti sono a conduzione familiare e il proprietario svolge troppi diversi lavori, tutti insieme, finendo così sempre stressato e senza tempo. La parola chiave è delegare. Richiede fiducia e denaro, ma la differenza è abissale. In fondo lo sappiamo, nei grandi ristoranti di successo il proprietario svolge una sola funzione: l’imprenditore. Avendo più tempo per gestire le mansioni principali, si aumenteranno i guadagni e dunque sarà più facile riuscire a delegare.

Come gestire un ristorante: valorizzare la brand identity!

Come gestire un ristorante: valorizzare la brand identity! Foto di foter.com.

4. Non saper fidelizzare i clienti. Uno degli errori più comuni nella gestione di un ristorante.

Uno dei più grandi problemi in risposta a come gestire un ristorante riguarda la fidelizzazione del cliente. Esistono tantissimi modi differenti, specialmente in base al target. Se avete già rispettato i punti uno, due e tre è giunto il momento di vedere come ha reagito il cliente. Ha visto le novità? Ha commentato? Sono arrivati nuovi clienti?
Ricordatevi di avere sempre il biglietto da visita vicino alla cassa, o di darlo insieme al conto, in cui sono necessari i link ai social e al sito web.
Potreste anche pensare di creare un’app, eventualmente associata ad una carta fedeltà, per analizzare il proprio target ed inviare offerte personalizzate. E per questo arriviamo al punto 5!

5. Non sfruttare le nuove tecnologie. Puntate su un software di gestione ristorante!

Ed ultimo, ma non per importanza, il rifiuto di innovarsi ed utilizzare nuove tecnologie. Il mondo del web, con social e siti, è fondamentale. Avete mai pensato ad un software di gestione ristorante?  Il passo in più, rispetto ai competitor, è avere un’app personalizzata. In questo modo potrete creare un menù interattivo, contenuti personalizzati per i vostri clienti, gestire le ordinazioni e i take away, e molto altro. Con il risultato di riuscire a manenere il contatto con il cliente, fidelizzandolo, anche quando non sarà nel locale.