L’olio extravergine di oliva è un toccasana per la bellezza, la salute e il palato. È un prodotto talmente completo e prezioso che i Fenici lo chiamavano oro liquido. Ma cosa rende speciale l’olio EVO?

Olio extravergine di oliva

Olio extravergine di oliva

Una storia antica e pregiata.

La storia dell’olio si intreccia a quella dell’evoluzione dell’uomo, delle sue abitudini alimentari e degli usi e costumi sacri e profani. Basti pensare che per Omero era il liquido d’oro. Poche parole ben scelte per sottolineare la ricchezza per il palato, il valore di sacralità che è valso all’olio d’oliva l’uso di balsamo per divinità e potenti terreni, e infine l’abbondanza rappresentata dalla nascita generose delle olive sui rami fertili della pianta. E in Italia gli ulivi sanno essere estremamente generosi!

Elisir di bellezza.
L’olio di oliva è ricco di minerali e polifenoli che nutrono la pelle rendendola morbida, levigata e giovane e, grazie all’azione degli antiossidanti, l’olio è un anti-aging naturale e infallibile. Non a caso, si possono usare poche gocce d’olio su un batuffolo di cotone inumidito per struccare gli occhi con dolcezza, o scegliere tra i tanti i prodotti cosmetici a base di olio EVO i più adatti alla propria pelle, età ed esigenze.

Gocce di salute.
L’olio d’oliva è un grasso monoinsaturo, un alimento dalle molteplici virtù indispensabile per la crescita delle ossa e il processo di mielinizzazione del cervello. Inoltre, è un coadiuvante nella resistenza alle infezioni, e durante l’età adulta riduce il rischio di malattie cardiache e abbassa il livello di colesterolo nel sangue.

Bontà da mangiare.
Sì, perché l’olio extravergine di oliva non si beve: si mangia! La consistenza corposa ma fluida, il sapore pieno e persistente, lo spessore nutrizionale e calorico, fanno dell’olio molto più di un condimento. È il re della dieta mediterranea, dal 2010 inserito nella Lista del Patrimonio Culturale immateriale dell’Unesco e che tutto il mondo ci invidia.